Istat, disoccupazione giovanile al 43,9%

3
logo istat

Se il dato generale, pur segnando un + 13,4% a novembre, con un aumento di 0,2 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,9 punti nei dodici mesi, sembra essere “sotto controllo” quello che riguarda i giovani è sempre più preoccupante, +43,9%.
Il tasso di disoccupazione tra i 15-24enni, infatti,  tocca il nuovo record storico del 43,9%, con un aumento di 0,6 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 2,4 punti nel confronto tendenziale. Lo comunica l’Istat, sottolineando che il numero di disoccupati sotto i 25 anni e’ pari a 729 mila persone. L’incidenza dei disoccupati sulla popolazione in questa fascia di eta’ e’ pari al 12,2%, in aumento di 0,3 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 1,1 punti su base annua. E se il dato si raffronta con la Germania non si può non pensare a quanto sia ancora lontana la possibilità di vedere la luce alla fine del tunnel. I tedeschi, infatti, possono dormire sonni tranquilli visto che il tasso di disoccupazione è al minimo storico ossia 6,5%.