Piano di investimenti: dalla Ue e dalla Bei nuovi orientamenti FEI e FSIE

La Commissione, in collaborazione con la Banca europea per gli investimenti (BEI), spiega grazie ad un opucolo, finalmente,  come usare insieme al meglio i fondi visto che sia il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), fulcro del piano di investimenti per l’Europa,  sia  i Fondi strutturali e di investimento europei (fondi SIE) svolgono, secondo il Piano Juncker ” un ruolo cruciale per la creazione di posti di lavoro e la crescita”.

Obiettivo del vademecum, quindi,  è aiutare le autorità locali e i promotori dei progetti a sfruttare appieno le opportunità derivanti dall’uso complementare del FEIS e dei fondi SIE. I due strumenti, pur nella loro diversità, sono complementari tra loro in termini di ratio, concezione e quadro legislativo e si rafforzano a vicenda.

L’opuscolo fornisce, infatti,  una panoramica di come possa concretizzarsi la complementarità tra il FEIS e i fondi SIE a livello di progetto o tramite uno strumento finanziario come una piattaforma di investimento. L’esperienza che verrà tratta dai casi concreti e le reazioni dei soggetti interessati consentiranno di arricchirlo.

Jyrki Katainen, Vicepresidente della Commissione europea responsabile per il portafoglio “Occupazione, crescita, investimenti e competitività”, ha sottolineato come Il FEIS sia stato creato ” in modo da garantirne la massima flessibilità e i promotori dei progetti hanno enormi opportunità per richiedere finanziamenti del FEIS e dei fondi SIE. Gli orientamenti che pubblichiamo oggi si rivolgono alle imprese che sono alla ricerca di finanziamenti per progetti e forniscono consulenza su come usare al meglio entrambi gli strumenti.

Per la Commissaria per la Politica regionale Corina CrețuIl conseguimento degli obiettivi del piano di investimenti per l’Europa rappresenta uno sforzo congiunto per il quale è necessario mobilitare tutte le risorse e tutti i protagonisti. Per questo farò in modo che il potenziale di crescita dei fondi SIE venga sfruttato appieno attraverso investimenti strategici, orientati ai risultati, che riceveranno una spinta da un uso maggiore degli strumenti finanziari.”

Al Vicepresidente della Banca europea per gli investimenti, Ambroise Fayolle, sottolineare come  “L’abbinamento tra Fondi strutturali e di investimento europei e FEIS consentirà alla BEI di finanziare la crescita sostenibile in tutti i paesi e le regioni d’Europa. Grazie a un uso complementare delle sovvenzioni UE e dei finanziamenti della BEI, la Banca può raggiungere nuovi beneficiari, in particolare occupandosi di progetti più piccoli raggruppati in piattaforme di investimento.”