Terremoto Umbria e Marche. La Fondazione ONAOSI subito operativa per dare sostegno ai propri Assistiti e Contribuenti

95

L’ONAOSI è stata impegnata sin dalle prime ore del 24 agosto per monitorare ed intervenire attivamente a sostegno degli assistiti e delle loro famiglie nell’area tra Umbria, Marche e Lazio colpiti dal sisma. Immediatamente l’Ente si è attivato dopo i nuovi drammatici eventi sismici del 26 e del 30 ottobre. 

Mediante l’operato del Servizio Sociale si sta procedendo a contattare direttamente le famiglie interessate per portare conforto e verificare quali sono le loro prime necessità. Successivamente verranno prese in considerazione le azioni da intraprendere per garantire interventi assistenziali aggiuntivi per gli assistiti e le loro famiglie colpite dal tragico evento.

La Fondazione è pronta ad attivare misure di sostegno, oltre che per gli assistiti, anche per i Sanitari Contribuenti che risiedono nelle zone terremotate. Oltre che lo stanziamento di somme per interventi straordinari rivolti a medici chirurghi ed odontoiatri, medici veterinari e farmacisti, tra le varie ipotesi – come fatto per il precedente evento sismico – al vaglio degli Organi della Fondazione c’è quella di poter ospitare da subito le famiglie dei Sanitari senzatetto nelle proprie strutture ricettive di Perugia e anche in quelle dislocate sul territorio nazionale. Si ipotizza inoltre, come deliberato in precedenza, di poter ospitare presso i Collegi e Centri Formativi gli studenti universitari figli di Contribuenti danneggiati dal nuovo disastroso evento sismico.

Per informazioni: servizio.sociale@onaosi.it

Servizio Sociale: 075/ 58 692 66-67-68

Area Servizi: 075/58 692 30

 

IL PRESIDENTE

Dr. Serafino Zucchelli