Jobs act per il lavoro autonomo. Un pimo passo ma…Oliveti: “Potremo erogare il doppio delle prestazioni assistenziali”

“Noi rappresentiamo circa un terzo di questa platea potenziale e ogni anno spendiamo in assistenza una cifra pari a dieci volte tanto l’intera dotazione prevista dal Disegno di legge. I dati in nostro possesso dimostrano che se avessimo un trattamento fiscale analogo a quello che c’è nel resto d’Europa potremmo dare il doppio delle prestazioni assistenziali”, così il Presidente dell’AdEPP nell’intervista rilasciata ad Affari Finanza (in allegato).

AdEPP, scrive Affari finanza,  ha infatti presentato una piattaforma per chiedere alcuni adattamenti normativi al Jobs act del lavoro autonomo. I punti in discussione con il Governo sono: Fisco e finanza, spending review, più aiuti agli iscritti, spese per la formazione, spese albergo, immobili, società tra professionisti, contributo integrativo, sosttegno alla genitorialità, sanità integrativa, neet, autonomia e competenze