Manovra. Oliveti, AdEPP “Stabilito principio di equità”

“E’ stato ripristinato un principio di equità perchè grazie all’esclusione dal bail-in, i soldi delle pensioni sono oggi al riparo in caso di fallimento delle banche e questo è un grande sollievo. Fino a ieri  – spiega il Presidente dell’AdEPP, Alberto Oliveti – l’esclusione era riservata solo per i fondi di previdenza complementare e non per quelli obbligatori su cui i professionisti contano per la propria sussistenza.”

“Gli Enti di previdenza privati sono stati anche esclusi dalla spending review – continua il Presidente dell’AdEPP – Si afferma, così, un importante principio giuridico: le Casse di previdenza private sono diverse dalle altre entità inserite nell’elenco Istat delle istituzioni del Paese e il fatto di far parte di questo elenco a scopo statistico non vuol dire che sia corretto imporci gli stessi vincoli che valgono per le pubbliche amministrazioni.”

 

“Voglio inoltre sottolineare – afferma Oliveti – che la norma che prevede la costituzione del fondo per l’innovazione sociale  presenta dei profili di grande importanza per gli Enti previdenziali privati dei liberi professionisti poiché offre  la possibilità di prevedere ed implementare interventi di durata pluriennale, di strutturazione e realizzazione di Social Impact Bond e di strumenti di finanziamento “pay by result”. Da tempo, infatti, sosteniamo che  le scelte d’investimento non possano più essere determinate esclusivamente da valutazioni di rischio e di rendimento (anche al fine di evitare investimenti speculativi), ma anche dall’impatto sociale che si concretizza in interventi finalizzati allo sviluppo del capitale umano, al mantenimento ed alla protezione del reddito, e dunque ad un’effettiva e reale protezione sociale. E la norma approvata va in questa direzione”.

 

“Nella Legge di bilancio approvata – conclude il Presidente Oliveti – viene inoltre ribadito per il settore odontoiatrico e per quello forense il principio secondo il quale anche il reddito da capitale delle Stp debba essere assoggettato a contributo previdenziale. Un principio importante che tiene conto dei cambiamenti in atto nel mercato del lavoro delle professioni”.