Cumulo. Tavolo tecnico di confronto. AdEPP “Cauto ottimismo. Da sciogliere gli ultimi nodi”

Il 23 gennaio scorso si è svolto un ulteriore incontro tra la delegazione tecnica dell’AdEPP e le competenti Direzioni dell’INPS per la messa a punto della convenzione per l’erogazione delle prestazioni pensionistiche in regime di totalizzazione e cumulo.

Nel corso della riunione le parti hanno convenuto sull’impostazione generale della convenzione volta a regolamentare i flussi e la gestione amministrativa, che dovrà essere particolarmente snella sia nei contenuti sia nella forma, e sulla gestione condivisa della procedura informatica che l’INPS sta mettendo a punto.

Restano da definire un paio di temi legati, in particolare, all’individuazione dell’Ente istruttore nel caso di pensione di vecchiaia in regime di cumulo e alla previsione di modalità tecniche di formazione della provvista che consentano una preventiva verifica di congruità da parte dei singoli Enti.

L’INPS ha assicurato che le concrete proposte formulate dall’AdEPP su questi specifici punti saranno attentamente valutate per giungere ad una rapida definizione del testo di convenzione quadro che dovrà, poi, essere sottoscritta da ciascun Ente con l’INPS.

L’AdEPP manifesta un cauto ottimismo circa l’andamento del confronto e confida che gli ultimi, importanti, nodi rappresentati in sede tecnica possano essere rapidamente definiti nel senso auspicato, per consentire la sottoscrizione delle prime convenzioni già entro il prossimo mese di febbraio.

Si precisa, inoltre, che alcune Casse stanno attendendo il via libera alle modifiche regolamentari da parte dei Ministeri Vigilanti.