Lavoro, tra domanda e offerta. Scende in campo la Puglia

“Non possiamo permettere che i nostri ragazzi lascino la Puglia per studiare, non possiamo disperdere l’enorme capitale umano rappresentato dalle nuove generazioni; la competitività di un territorio e il suo sviluppo economico si basano sulla sua capacità di produrre conoscenza” così l’assessore alla formazione e lavoro della Regione Puglia, Sebastiano Leo, presentando il “Salone del lavoro e della creatività, organizzato dall’Università di Foggia, da ARTI (Agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione della Regione Puglia) e dalla Amministrazione regionale.

Una due giorni durante i quali 80 i gruppi industriali-commerciali e le aziende presenti alla ricerca di profili professionali qualificati, incontreranno i laureati dell’ateneo ma anche gli studenti che devono ancora conseguire il titolo di studio e dove al centro sarà messo proprio il tema della domanda e offerta di lavoro.

“Abbiamo aderito con grande entusiasmo al Salone del Lavoro e della Creatività dell’Università di Foggia – ha sottolineato l’assessore Leo – tanto da aver scelto questo luogo per concludere il roadshow #studioinpuglia dedicato alla valorizzazione del sistema formativo regionale e per premiare i giovani studenti pugliesi, vincitori del Premio #studioinpugliaperché. Siamo una terra di eccellenze, la formazione erogata dai nostri atenei è di qualità, ad alto tasso innovativo, fortemente competitiva ed in linea con le sfide globali”.

L’appuntamento è dal 15 al 17 maggio presso la Fiera di Foggia .