Al via la prima giornata nazionale della prevenzione sismica

Partirà il 30 settembre l’evento  promosso da Fondazione Inarcassa, Consiglio nazionale degli Ingegneri e Consiglio nazionale degli Architetti con il supporto scientifico del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici, Dipartimento della Protezione Civile, Conferenza dei Rettori Università Italiane e della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismic. Obiettivo, favorire una cultura della prevenzione sismica e un concreto miglioramento delle condizioni di sicurezza del patrimonio immobiliare del nostro Paese.

Due le iniziative in programma: le Piazze della Prevenzione Sismica (30 settembre) e Diamoci una Scossa! (mese di novembre).

Il 30 settembre, in centinaia di piazze italiane, Architetti ed Ingegneri esperti in rischio sismico saranno a disposizione dei Cittadini per spiegare in modo semplice cosa significhi il rischio sismico, le variabili che possono incidere sulla sicurezza di un edificio e le agevolazioni finanziarie (Sisma Bonus ed Eco Bonus) oggi a disposizione per migliorare la sicurezza della propria abitazione a spese quasi zero.

 

Diamoci una Scossa!” si svolgerà, invece,  per tutto il mese di novembre, che diventa così il mese della prevenzione “attiva”. Migliaia di Professionisti parteciperanno volontariamente all’iniziativa – prima nel suo genere in Italia- recandosi su richiesta dei proprietari presso le abitazioni per effettuare una visita tecnica al fine di fornire una prima informazione sullo stato di rischio dell’immobile e sulle possibili soluzioni finanziarie e tecniche per migliorarlo, senza alcun costo per il cittadino.

Basterà andare sul portare e con un clic richiedere  una visita tecnica informativa, inserire nell’apposito form di richiesta pochi dati personali e dell’abitazione (anagrafica, toponomastica, tipologia costruttiva, destinazione d’uso), indicando le proprie disponibilità in termini di giorni e orari per la visita.

Una volta acquisite le informazioni, la piattaforma informatica verificherà le disponibilità dei professionisti nell’area ed assegnerà l’attività ad un di loro. Successivamente verrà inviato un sms ed una e-mail con indicato il nominativo del professionista che effettuerà la visita.

Entro dieci giorni dalla richiesta, il professionista contatterà il richiedente telefonicamente per concordare giorno e modalità della visita.