Il Notariato si aggiudica il bando Ue finanziato dal Programma Justice

30

Aspettando di festeggiare il centenario, la Cassa presieduta da Mario Mistretta porta a casa un importante risultato. La  Cassa Nazionale del Notariato, con la Fondazione Italiana del Notariato (capofila), i Consigli del Notariato di Bulgaria e Ungheria e l’Associazione Internazionale dei Magistrati, infatti,  ha vinto il bando europeo “Action grants to support transnational projects on judicial training covering civil law, criminal law or fundamental rights” finanziato dal Programma Justice della Commissione Europea con il progetto

EUlawInEN – EU law training in English language: blended and integrated content and language training for European notaries and judges

L’obiettivo del progetto è quello di rafforzare la conoscenza delle norme e degli strumenti comunitari in materia (in particolare, i Regolamenti UE n. 650/2012, 1103/2016 e 1104/2016) e la competenza della lingua inglese specialistica legale.

L’iniziativa durerà due anni e formerà notai e giudici nei temi del diritto delle successioni e del diritto di famiglia in ambito internazionale in lingua inglese, attraverso lʼutilizzo della metodologia C.L.I.L. (Content and Language Integrated Learning) di comprovata efficacia.

Si terrà a Roma dal 18 al 22 marzo 2019 il corso per formatori (ToT-Train of Trainers) destinato a 12 partecipanti tra giudici e notai provenienti da Italia, Bulgaria e Ungheria, selezionati attraverso il bando pubblicato oggi sul sito del progetto. Tale attività sarà anticipata da un webinar, con materiali di studio preparatori messi a disposizione dei formatori selezionati. 

Seguiranno, in ciascun Paese, due seminari con i relativi scambi di buone pratiche, accessibili ognuno a 24 professionisti. I docenti dei suddetti seminari saranno gli stessi professionisti formati attraverso il corso ToT.

La successiva diffusione a tutti i notai e i giudici dei Paesi interessati avverrà attraverso le ulteriori attività a distanza: 
• un corso e-learning di 20 ore (con video lezioni, sit-com, materiali didattici) diffuso attraverso una piattaforma MOOC;
• un e-learning serious game che consentirà ai fruitori di confrontarsi con la soluzione di casi pratici nel settore di competenza del progetto;

un handbook contenente la definizione di alcuni termini in lingua inglese propri della materia studiata e alcuni esempi di metodologie da applicare alla formazione attraverso la didattica C.L.I.L.

Tutte le iniziative sono gratuite per i notai e per i giudici dei tre Paesi coinvolti.