On line la Newsletter Europa di gennaio

3

In primo piano si segnalano alcune importanti novità in ambito legislativo provenienti dal Parlamento e dal Consiglio. Il quinto trilogo sulla proposta di regolamento sui Prodotti Pensionistici Paneuropei (PEPP) si è concluso con un accordo politico provvisorio su alcuni aspetti critici, quali l’autorizzazione dei PEPP, la decumulazione e il loro costo massimo.

Il Consiglio ha poi adottato la sua posizione in riferimento alla proposta di revisione del nuovo quadro normativo per le imprese di investimento. I testi definiscono nuovi requisiti prudenziali e regimi di vigilanza adeguati al profilo di rischio e al modello imprenditoriale delle imprese di investimento, che garantiscono al contempo la stabilità finanziaria.

Altri accordi politici sono stati raggiunti in riferimento alla riforma dello strumento di iniziativa dei cittadini europei, all’incentivazione dell’uso di fertilizzanti organici e a base di rifiuti, al divieto per alcune pratiche commerciali sleali in ambito agroalimentare e alla semplificazione dei pagamenti transfrontalieri e della conversioni valutarie.

Si segnalano poi alcuni aggiornamenti provenienti dall’EMA sul tema delle malattie zoonotiche e la pubblicazione di una consultazione pubblica sulla bozza di strategia “Regulatory Science to 2025”. Tale strategia cercherà di offrire una guida informata sullo sviluppo dei farmaci moderni, facilitare l’ottimizzazione della scienza normativa e valutare criticamente i benefici e i rischi delle terapie innovative e della diagnostica basate sulle nuove tecnologie.

Infine, si segnala la pubblicazione, da parte dell’EIPOA del settimo Consumer Trends Report, che delinea i più importanti sviluppo nel settore delle assicurazioni e delle pensioni.

In allegato la newsletter completa