Inpgi. Chiesto incontro con le Alte Cariche dello Stato

30

La presidente dell’Inpgi, Marina Macelloni, a nome dell’intero Consiglio di amministrazione e del Collegio sindacale dell’Istituto, ha chiesto un incontro urgente al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, al Ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, e al Ministro dell’Economia, Giovanni Tria.

Lo scopo della richiesta è quello di illustrare il particolare andamento della gestione previdenziale dell’Ente, alla luce dei profondi processi di trasformazione che stanno interessando la professione giornalistica e le relative conseguenze sul piano previdenziale.

“Negli ultimi mesi – ha dichiarato la presidente Macelloni – il Cda dell’Inpgi ha lavorato ad una ipotesi di soluzione idonea a mettere in piena sicurezza l’Ente, vittima di squilibri strutturali ben compresi dalla sensibilità del Sottosegretario Durigon, che sin dal mese di ottobre si è interessato della situazione. Riteniamo doveroso da parte nostra illustrare ai massimi vertici dello Stato la situazione dell’INPGI, nella sicura speranza che la nostra richiesta possa trovare accoglimento, anche in ragione dell’alto valore che il sistema previdenziale riveste nella vita di tutti i cittadini, giornalisti o meno”.

Al vaglio del Parlamento c’è la richiesta, avanzata attraverso un emendamento che era già contenuto nel decreto crescita e dichiarato in un secondo tempo inammissibile, di poter ampliare la platea degli iscritti all’Inpgi aprendo ad altre categorie, non puramente giornalistiche ma pur sempre inerenti alla professione. Un’apertura che porterebbe dentro l’Istituto dai 14mila alle 20mila nuovi iscritti.