Regione Toscana. Via ai finanziamenti per start up

236

Con il bando, rivolto a micro e piccole imprese, liberi professionisti e persone fisiche che vogliono aprire un’attività, la Regione vuole, attraverso lo strumento finanziario del microcredito,  agevolare l’avvio di micro e piccole imprese artigiane, industriali manifatturiere, nonché del settore turistico, commerciale, cultura e terziario. Obiettivo, consolidare lo sviluppo economico ed accrescere i livelli di occupazione giovanile, femminile e dei destinatari di ammortizzatori sociali.

Il bando è cofinanziato dal Programma operativo regionale (Por) del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) 2014-2020 ed in particolare dalle risorse assegnate all’azione 3.5.1 (asse 3 Promuovere la competitività delle Pmi) del programma, e rientra nel progetto regionale Giovanisì.

Per liberi professionisti si intendono i lavoratori autonomi in possesso di partita IVA ed esercitanti attività economica volta alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi, esercitata abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale in analogia alla definizione di impresa.

Il valore totale del programma di investimento ammesso non può essere inferiore a 8 mila euro e non può essere superiore a 35 mila euro.I progetti di investimento superiori saranno comunque ammessi fino all’importo di 35 mila euro fermo restando l’obbligo di rendicontare l’intero valore dell’investimento.

Per saperne di più

  • Per qualsiasi informazione relativa al bando e agli adempimenti ad esso scrivere a info@toscanamuove.it.
  • Per assistenza telefonica chiamare il numero verde 800 327 723 operativo dal lunedì al venerdì ore 08.30-17.30