Regione Calabria e la call Horizon 2020. Innovazione e ricerca

76

La Regione Calabria aiuta le Piccole e Medie Imprese (PMI) innovative e i liberi professionisti a partecipare al programma europeo Horizon 2020.

I professionisti possono avvalersi di questi fondi del POR FESR-FSE Calabria per acquistare servizi finalizzati alla innovazione dei loro prodotti e servizi per un valore massimo di 15.000 euro a copertura minima del 40% e massima del 75% delle spese ammissibili sulla base dell’Evalutation summary report.

I settori sono quelli della Smart Specialisation Strategy della Calabria (S3) lo strumento utilizzato in tutta l’Unione europea per migliorare l’efficacia delle politiche pubbliche per la ricerca e l’innovazione, concepita a livello regionale, ma valutata e messa a sistema a livello nazionale ed europeo.

“La Strategia di Specializzazione Intelligente – sottolineano dalla Regione – punta a migliorare il posizionamento competitivo della regione in un contesto globale, potenziando le eccellenze e le vocazioni regionali con chiari vantaggi competitivi o potenzialità di sviluppo imprenditoriale”.

Tutti i bandi per la ricerca e innovazione conterranno, quindi, i riferimenti della S3 che individua 8 Aree di innovazione legate alla valorizzazione della base produttiva e al miglioramento della qualità della vita: Agroalimentare, Edilizia Sostenibile, Turismo e Cultura, Logistica, ICT e Terziario innovativo, Smart Manufacturing, Ambiente e Rischi naturali, Scienze della Vita.

Tra le professioni che potrebbero essere interessate, quindi, a partecipare al bando ci sono i biologi, gli agronomi, i chimici, i medici, gli psicologi, ingegneri e architetti, geometri e molte altre.

Per informazioni cliccare su http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/s3/areeinnovazione/

O su http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/portalmedia/bandi/2018-01/Avviso%20Pubblico%20a%20Manifestare%20Interesse%20per%20l%27Accesso%20a%20Servizi%20di%20Primo%20Livello%20per%20l%27Innovazione.pdf