Lombardia per i professionisti. Via al Bando Arché

109

Il Bando Archè, in attuazione della D.G.R. 7 maggio 2019, n. XI/1595 “POR FESR Regione Lombardia 2014-2020 – AZIONE 3.a.1.1. – Interventi di supporto alla nascita di nuove imprese” (di seguito “Bando”), è finalizzato a sostenere le nuove realtà imprenditoriali lombarde, siano MPMI o Liberi professionisti, attraverso il finanziamento di Piani di Avvio (per le attività di nuova o recente costituzione, fino a un massimo di 2 anni) o di Piani di Consolidamento (per le attività avviate da più di 2 e massimo 4 anni).

Nello specifico le finalità e gli obiettivi della misura intendono favorire e stimolare l’imprenditorialità lombarda sostenendo: – le fasi di avvio di nuove realtà imprenditoriali o professionali anche come forma di auto-impiego/autoimprenditorialità. – le fasi di consolidamento aumentandone le possibilità di sopravvivenza nel breve-medio termine.

Le realtà imprenditoriali di nuova costituzione mostrano una limitata propensione a superare le fasi di avvio, facendo registrare in tutti i settori una elevata mortalità. L’iniziativa intende sostenere le realtà imprenditoriali nel dotarsi delle necessarie risorse materiali e immateriali, utili a rafforzare la propria posizione operativa e di mercato, in modo da aumentarne le possibilità di sopravvivenza nel breve e medio termine. Poiché le esigenze delle nuove imprese sono diverse a seconda che siano in fase di primo avvio o di consolidamento, si intende differenziare il sostegno per le diverse realtà in modo tale da permettergli di avere maggiore probabilità e opportunità di consolidarsi e di proseguire la propria attività.

Tali interventi si innestano nel percorso intrapreso da Regione Lombardia per il sostegno all’imprenditorialità (Programma start up di Regione Lombardia, di cui alla Deliberazione X/648 del 6 settembre 2013; DGR n. 3130/2015 sullo “Stato di avanzamento programma startup – re-start”; nuovo Programma Regionale a favore dello start up d’impresa), in coerenza con gli obiettivi comunitari di promozione dell’imprenditorialità per favorire la nascita e il consolidamento delle micro, piccole e medie imprese. L’Iniziativa intende accompagnare le imprese nelle diverse fasi di avvio e sviluppo, in continuità con altre iniziative a sostegno delle imprese già avviate a valere sul POR FESR 2014-2020, quale la Linea “Intraprendo”.

 

SOGGETTI DESTINATARI DEL BANDO

Possono presentare domanda di partecipazione al Bando i seguenti soggetti in possesso di una sede legale o operativa o domicilio fiscale (per Liberi Professionisti), oggetto dell’investimento, ubicata in Regione Lombardia – ed in possesso dei seguenti requisiti:

Per la Misura A:

  1. a) MPMI (ai sensi dell’Allegato I del Regolamento UE n. 651/2014), regolarmente iscritte al Registro delle Imprese delle Camere di Commercio e con sede legale/operativa attiva da massimo 2 anni;
  2. b) Liberi professionisti:

– in forma singola: in possesso di partita IVA o che abbiano avviato l’attività professionale oggetto della domanda di partecipazione al Bando, da massimo 2 anni; – in forma associata: in possesso dell’atto costitutivo dello studio e della partita IVA associata allo studio da massimo 2 anni;

I liberi professionisti (singoli o associati) iscritti al Registro delle Imprese dovranno partecipare in qualità di MPMI.

Per la Misura B:

  1. a) MPMI (ai sensi dell’Allegato I del Regolamento UE 651/2014) regolarmente iscritte al Registro delle Imprese delle Camere di Commercio e con sede legale/operativa attiva da più di 2 anni e fino a 4 anni;
  2. b) Liberi professionisti: – in forma singola: in possesso di partita IVA o che abbiano avviato l’attività professionale oggetto della domanda di partecipazione al Bando, da più di 2 anni e fino a 4 anni; – in forma associata: in possesso dell’atto costitutivo dello studio e della partita IVA associata allo studio da più di 2 anni e fino a 4 anni;

I liberi professionisti (singoli o associati) iscritti al Registro delle Imprese dovranno partecipare in qualità di MPMI.

Per i beneficiari che svolgono attività nelle zone extra-doganali valgono le disposizioni del DPR 633/1972 e s.m.i..

DOTAZIONE FINANZIARIA

La dotazione finanziaria messa a disposizione per il presente Bando è pari a € 16.000.000,00 in base a quanto previsto dalla D.G.R. n. XI/1595 del 07 maggio 2019, di cui € 15.000.000,00 a valere sulle risorse comunitarie ripartita come segue:

Per la Misura A – Piani di avvio una dotazione finanziaria pari a € 6.000.000,00,

di cui € 1.000.000,00 quale riserva per le Start Up Innovative iscritte presso la sezione speciale delle CCIAA di Regione Lombardia;

Per la Misura B – Piani di consolidamento una dotazione finanziaria pari a € 10.000.000,00,

di cui € 2.000.000,00 quale riserva per le Start Up Innovative iscritte presso la sezione speciale delle CCIAA di Regione Lombardia;