Editoria. Nodi e problemi. Ora se ne occupa Martella

58

“I Giallo-Rossi cominciano dall’editoria” titola Il Manifesto che riportando l’incontro tra il sottosegretario all’Editoria, Andrea Martella, e i vertici del sindacato dei giornalisti, sottolinea come l’attenzione verso i problemi inerenti all’editoria sia cambiata.

Tra i temi trattati, Il Manifesto evidenzia l’allargamento della platea degli iscritti all’Inpgi, l’istituto di previdenza die giornalisti italiani, allargamento preso in esame già dall’ex governo e che aveva però trovato le resistenze dell’allora sottosegretario Vito Crimi.

“Il sottosegretario assicura – si legge sull’agenzia di stampa Dire – una stagione di rinnovamento” nell’editoria. Mi impegnerò per la stabilità e la continuità del sostegno pubblico. E’ essenziale assicurare al settore dell’informazione i proventi dovuti per la protezione dei contenuti digitali. La questione della difesa della proprietà intellettuale è stata negli ultimi anni un terreno di scontro anche politico ma è un tema essenziale per preservare la certezza di un principio fondamentale quale la giusta remunerazione del lavoro”.

Corriere della Sera “Editoria, Martella: Ci sono nodi da risolvere per rilancio giornalismo italiano”. Il sottosegretario all’editoria Andrea Martella, a margine dell’evento: “C’è da affrontare una serie di nodi che vanno risolti, mi auguro nell’ottica di un rilancio dell’editoria e del giornalismo del nostro Paese. Nelle prossime settimane verrò in Parlamento per le comunicazioni programmatiche su quella che sarà la nostra politica”.

Il Messaggero “Editoria, Martella: Nodi da risolvere per rilancio giornalismo italiano”. Serie di nodi da risolvere per rilancio giornalismo italiano” Nella Sala Kich di Palazzo Madama il convegno promosso dall’Uspi “Una nuova strategia per il rilancio del settore dell’editoria”.

 “Il sottosegretario con delega all’editoria Andrea Martella ha sottolineato che l’impegno per la stabilità e la continuità del sostegno pubblico all’editoria avverrà “attraverso la valorizzazione delle risorse statali del fondo per il pluralismo e la loro finalizzazione in un ventaglio di misure coordinate capace di sostenere le imprese, anche nel loro percorso di innovazione e di incentivare la domanda di informazione di qualità”.

“Editoria, Martella: serie di nodi da risolvere per il rilancio del giornalismo italiano” titola l’agenzia 9colonne ed annuncia “subito incontro con gli stakeholder”