Piattaforma acquisti. Progetto AdEPP “Promosso”

28

Il servizio messo a disposizione dall’Associazione ai propri Enti associati piace. I dati, infatti, promuovono a pieni voti la piattaforma acquisti, anche in virtù dell’obbligo normativo di comunicazioni telematiche nelle procedure di gara approvato lo scorso 18 ottobre.

Questo strumento consente sia di avere un unico albo dei fornitori (per gli acquisti al di sotto delle soglie di rilevanza comunitaria), sia di poter gestire le gare in modalità telematica, alleggerendo in tal modo la procedura ad evidenza pubblica mediante l’utilizzo solo di computer.

Lo strumento è oggi pienamente operativo (anche grazie ad alcune Casse “apripista”, che ne hanno fatto sin dal principio un utilizzo massiccio), con grande soddisfazione degli operatori che lo utilizzano quotidianamente.

A raggiungere i piani alti della classifica degli affidamenti sono soprattutto i servizi di consulenza, manutenzione e forniture di materiale di arredo, cancelleria o igiene.

I numeri dimostrano come, in poco tempo, gli operatori abbiano acquisito dimestichezza nell’utilizzo della piattaforma che, dal confronto con i referenti dei singoli Enti che se ne occupano, si dimostra uno strumento agevole ed intuitivo, di grande aiuto per chi ha il delicato compito di gestire gli acquisti; tanto che, ad oggi, le Casse che utilizzano la piattaforma hanno completamente abbandonato la gestione cartacea.

La possibilità di adempiere attraverso di essa agli obblighi di comunicazione nei confronti di ANAC senza dover compiere ulteriori operazioni (la piattaforma “seleziona” in automatico i dati da trasmettere), ha fatto sì che le Casse trovassero nella piattaforma un alleato. La stessa ANAC durante i seminari organizzati ndall’Adepp sul codice appalti ha avuto modo di apprezzare l’iniziativa della piattaforma come servizio comune.

E veniamo ai numeri:

12 Casse si sono abilitate per operare sulla piattaforma e, di queste, 10 hanno già pubblicato procedure di gara per affidamenti sopra e sotto soglia;

più di 260 procedure sono state complessivamente indette sulla piattaforma;

ci sono oltre 750 operatori iscritti all’albo unico fornitori;

le Casse hanno gestito attraverso la piattaforma oltre 750 affidamenti (diretti, sopra e sotto soglia).

La novità

Di recente è stato rinnovato per un ulteriore anno il contratto di servizio con Maggioli e, in questa occasione, sono state inserite alcune nuove previsioni in tema di servizio di assistenza e penalità contrattuali per le ipotesi di mancato tempestivo ripristino dei disservizi, a seguito di segnalazioni raccolte da parte di alcune Casse circa alcuni ritardi di Maggioli nell’evasione delle richieste di supporto per l’utilizzo della piattaforma.

Ad oggi è in discussione un ulteriore profilo di implementazione della piattaforma, che ne prevede – qualora così venga deciso – l’estensione dell’utilizzo anche ai Consigli dell’Ordine di appartenenza degli iscritti alle Casse di Previdenza; qualora questa opzione fosse infine attivata, il sistema AdEPP ne trarrebbe un doppio beneficio: da un lato, diminuirebbero i costi di utilizzo della piattaforma, in quanto nell’accordo attualmente in discussione è previsto che per ogni nuovo aderente alla piattaforma, AdEPP benefici di uno sconto proporzionale (per ogni soggetto in più aderente) sul canone da pagare per l’anno successivo; dall’altro, verrebbe ancor più popolato l’albo fornitori presente sulla piattaforma, con ulteriore ampliamento della concorrenza e della selezione a disposizione delle Casse per la gestione delle procedure su invito.