Cinema: 18 regali, una storia triste inno alla vita

41

(ANSA) – ROMA, 19 DIC – Una storia triste che più triste nonpotrebbe essere, eppure ’18 regali’ di Francesco Amato, ispiratoalla straordinaria vicenda di Elisa Girotto, alla fine oltre acommuovere è un grande inno alla vita. Perfetto così anche perun’uscita natalizia, quella del 2 gennaio con VisionDistribution. Cosa racconta questa sorta di dramedy? La storia vera diElisa Girotto, una donna che ha commosso il mondo lasciando 18regali per i futuri compleanni della figlia quando ha scopertodi avere un tumore e poco tempo per vederla crescere. Così, comeracconta il film, ogni anno Alessio (Edoardo Leo) consegna allafiglia Anna (Benedetta Porcaroli) un regalo lasciatole dallamamma Elisa (Vittoria Puccini). Ma Anna cresce come una ribelle,in guerra con il mondo e lo stesso padre, non avendo mai davveroaccettato la morte della mamma. Così il giorno del suodiciottesimo compleanno, quando si ritrova a scartare l’ultimoregalo della madre, la sua rabbia è al massimo, tanto che scappadalla festa organizzata per lei dai suoi parenti. Si ritrova così a vagare nella notte per strada quandoun’auto all’improvviso la investe. Al suo risveglio in ospedalesi ritrova, in una sorta di crasi spazio-temporale, faccia afaccia con quella madre che non ha mai conosciuto (è propriolei infatti ad averla investita). Per loro, madre e figlia,l’occasione finalmente di conoscersi. (ANSA).