Oliveti (Enpam), la sanità assicuri i LEEAA

97

La sanità pubblica dovrebbe assicurare dei Livelli essenziali di assistenza (LEA) “esigibili” in tutto il territorio nazionale e che siano “appropriati”. È la proposta lanciata oggi dal presidente dell’Enpam Alberto Oliveti agli Stati generali della professione medica e odontoiatrica: “Dovremmo passare dai Lea ai Leeaa, aggiungendo una E che sta per esigibili e una A per appropriati”, ha detto.

“Prevedere dei Lea che non siano esigibili su tutto il territorio nazionale è come infrangere di fatto il principio di eguaglianza – ha continuato Oliveti ­–. Allo stesso tempo dovremmo riflettere su quali siano le prestazioni appropriate da assicurare a tutti”.

“Appropriatezza – ha affermato il presidente dell’ente dei medici e degli odontoiatri – è un concetto che va oltre quello di efficienza. Non possiamo limitarci a valutare il rapporto tra l’efficacia delle cure, la loro sicurezza e i costi ma dobbiamo prendere in considerazione anche l’adeguatezza, la coerenza, l’inserimento all’interno di un sistema complessivo, il collegamento con il valore individuale e collettivo e l’armonia con altri diritti”.

“Non si può parlare di lavoro medico senza analizzare gli ostacoli che rendono il diritto alla salute non esigibile”, ha concluso.