09 Aprile 2015

Camporese e il "Sistema Casse"

"Al di fuori di cosa si possa pensare o dire delle Casse di Previdenza Private e Privatizzate, il dibattito all'interno è sempre vivo ed importante. Ne è testimonianza il Codice Etico e il codice sulla Trasparenza che abbiamo appena approvati, dopo un confronto profondo, tecnicamente importante e all'unanimità. Nessuno ha manifestato paura o perplessità, nessuno si è tirato indietro anzi si è fatto qualcosa di più decidendo di declinare questi temi nella specificità". A parlare è Andrea Camporese, presidente di AdEPP e di Inpgi, che, in questa lunga intervista, ci racconta il Sistema Casse.  

Un colloquio durante il quale si percepisce la voglia di soffermarsi sui dati positivi, rivendicando il lavoro fatto, peraltro riconosciuto dai rappresentanti dei vari Ministeri vigilanti e dal Presidente dell'Inps, Tito Boeri, durante il forum organizzato dai Commercialisti, un lavoro però dove bisogna continuare ad essere "tenaci, pervicaci, ed andare avanti".

Nessuna paura di confluire nell'Inps e qualche speranza in più per vedere alla fine cancellata la grande ingiustizia della doppia tassazione. "Tutti hanno detto che è eccessiva, andrebbe attenuata, va in senso opposto rispetto all'Europa". E l'Europa non poteva mancare nei discorsi del presidente Camporese perché proprio dall'Europa arrivano le buone notizie per i professionisti, i bandi e i relativi finanziamenti, ma anche sfide da vincere.

"Le ICT - sostiene il presidente dell'AdEPP - è uno dei temi del futuro insieme all'apertura di nuovi mercati, alla nuova declinazione della concorrenza nello spazio europeo, insieme ai profili di liberalizzazione delle prestazioni dei servizi. E' un tema che ha enormi potenzialità ma anche dei rischi. Tutti dicono che la tecnologia non si possa fermare e questo è molto probabile ma il modo in cui si governa l'impatto della tecnologia in aree sensibili della vita quotidiana non è un fatto banale.. Potenzialità e limiti sui quali si interrogheranno i relatori presenti al convegno organizzato dall'Adepp, mercoledì 13 maggio alle ore 11 e 30 nella sala arancione, al quale parteciperà sia la Sottosegretaria al Mise, Simona Vicari, sia la direttrice dell'Isfol, Paola Nicastro sia Maria Pia Giovannini, responsabile Area Amministrativa dell'Agenzia per l'Italia Digitale.

Ed intanto il Presidente Camporese si interroga sui giovani, sul loro futuro previdenziale con uno sguardo attento anche su chi non ha avuto quella conoscenza e cultura necessari per costruirsi un futuro previdenziale. "Per chi ha 50 anni oggi ed ha alle spalle una carriera professionale discontinua o comunque con redditi non adeguati, il problema è ancora più complesso - denuncia Camporese - perché il tempo sufficiente a riportare la prestazione finale ad un livello accettabile si restringe. Spero che su questo mondo arriverà  un ragionamento ulteriore dal Parlamento, dalla Politica, dai Ministeri, dal Governo".

Continua a leggere

Ultime notizie

Tutte le Casse minuto per minuto. Parola d'ordine: Previdenza... e tanto welfare.

Crescita, innovazione e un pizzico di futuro, sono le linee guida che seguiranno gli Enti di Previdenza Privati e Privatizzati che parteciperanno alla GNP. La professione in primo piano che fa i conti con un Sistema Paese che definire "in difficoltà" è un eufemismo. La crisi, l'impatto di questa sulle categorie ma soprattutto come uscirne sarà il leitmotive di questa tre giorni. Senza trascurare e rendere pubblico il lavoro che le casse hanno fatto e faranno per i propri iscritti. E come nelle migliori tradizioni...ne ascolteremo delle belle!!! 

Continua a leggere

Inpgi e Casagit, insieme, per parlare di protezione sociale e mercato del lavoro

Centinaia di posti di lavoro persi e un Mondo, quello dell'editoria, che non riesce a rilanciare una delle professioni più colpite dalla crisi. E se l'Europa, per la prima volta, approva un bando destinato ai giornalisti, il nostro Paese parla di sgravi fiscali per le nuove assunzioni. 500, fino ad ora, i posti di lavoro ottenuti ma, come denuncia il Presidente dell'Istituto di previdenza dei giornalisti, "Non bastano".  E con l'abbattimento delle barriere e l'emissione della tessera europea professionale, non c'è più tempo, bisogna fare in fretta.

Continua a leggere

Avvocati, commercialisti, notai e consulenti pronti a rispondere ai quesiti. 

L'isola che c'è è quella dei professionisti dove si potranno porre tutti i dubbi sul lavoro, la previdenza, i contratti e via via fino alle nuove norma che sono piombate sulle categorie. Un'area allestita ad hoc per saperne di più su come aprire una nuova attività o a quale regime Iva iscriversi...e tutto gratuitamente.

Continua a leggere