03 Luglio 2015

Eppi, Caro Ministro ti scrivo....

Inizia così la lettera che il Presidente, Valerio Bignami, ha voluto inviare al Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti e che ha pubblicato acquistando una pagina sia sul quotidiano Italia Oggi sia su Il Sole 24 ore. Perché? Per chiedere innanzitutto la "riscrizione" del comma 9 dell'articolo 1 della Legge 335/1995, quella sulla Riforma del Sistema pensionistico obbligatorio per intenderci, che impedisce, per Bignami, "alle Casse virtuose e con i conti a posto di poter riconoscere rivalutazioni maggiori e quindi di erogare trattamenti pensionistici più alti".

Due pagine comprate, dicevamo, per parlare però anche a tutti i cittadini, quelli che leggono i quotidiani e credono che  i professionisti siano dei privilegiati, una casta che riceve anche aiuti dallo Stato attraverso politiche ad hoc sul lavoro e che sono, invece "i lavoratori più precari in assoluto perché vivono la contrazione del mercato, la difficoltà di vedersi riconosciuti i giusti compensi e ad incassare le parcelle professionali".

Ma i redditi tengono anche se in calo, per tante ragioni che il Presidente dell'Eppi cerca di mettere in fila. Tra queste, la capacità di innovarsi, di usare le nuove tecnologie, di sperimentare  strade sconosciute. Ecco che la formazione e lo studio diventano sempre più indispensabili e visto che i costi per fare questi passi in avanti sono difficili da affrontare arriva in aiuto l'Eppi che "ha deciso di supportare i progetti di alta tecnologia".   

E le donne? Il perito industriale è una professione prettamente e quasi esclusivamente maschile, poche le donne che lavorano nel settore industriale e meccanico, di più nel chimico. Ma anche qui il gender pay gap è di casa. Un giovane maschio registra un reddito medio annuo di 23.114 euro, una giovane donna 16.209 euro, e non va meglio per le over 40 che portano a casa 4 mila euro in meno all'anno rispetto al collega uomo. Eppur qualcosa si muove.

"E’ chiaro che le donne vivono una situazione
professionale molto marginale rispetto agli uomini, anche se stiamo incentivando molto la presenza femminile infatti come Cassa di previdenza stiamo prevedendo una serie di benefici assistenziali  per favorire soprattutto la possibilità da parte della nostre giovani colleghe di aprire un’attività. Ma
ad oggi la risposta oggettivamente è ancora molto molto limitata, nonostante ci  siano grandi spazi e nonostante le
donne quando decidono di fare una cosa siano molto più tenaci degli uomini".

Registriamo il complimento e chiudiamo questa breve intervista con una sfida che il Presidente lancia anche alle altre Casse ossia quella di prevedere aiuti per i pensionati in difficoltà, richiamando al senso di responsabilità  chi sta meglio. "Credo che una  categoria matura debba porsi questo problema. Certo anche lo Stato deve intervenire fortemente perché non può fare finta di nulla, delegare e lavarsene le mani, come sta facendo".

 Continua a leggere

Ultime notizie

Commercialisti e Caf, Il Mef arriva in loro aiuto e fa slittare il 730.

L’ufficializzazione della proroga più volte richiesta dai Caf, giustificata dalle numerose difficoltà per le novità della compilazione, è stata diffusa con il Dpcm il primo luglio. Lo slittamento della scadenza della dichiarazione dei redditi per i caf e  i professionisti abilitati alla trasmissione del modello 730 e Unico è fissata per il 23 luglio.

Continua a leggere

I Professionisti cercano lavoro sempre più attraverso il web.

Le risposte al sondaggio, condotto dal social network LinkedIn  e che ha coinvolto 20 mila professionisti da tutto il mondo, di cui 700 dall’Italia,  rivelano che oggi la ricerca dell’impiego avviene sempre più online. Per i professionisti italiani, il fattore economico è determinante. Per il 54% degli intervistati l’offerta retributiva pesa maggiormente rispetto sia alla possibilità di carriera professionale (38%) sia all’opportunità di un lavoro più stimolante (37%).

Continua a leggere

Tassi di interesse bassi, pericolo per solvibilità fondi pensione e assicurazioni

E' quanto emerge dal Business and Finance Outlook dell'Ocse e nel quale si legge ..In particolare nei settori assicurativi di Italia, Germania e Stati Uniti, i bassi tassi di interesse rappresentano un particolare problema, a causa dell'alto livello di prodotti di risparmio con alti livelli di ritorni garantiti presenti nel portafoglio delle compagnia assicurative del ramo vita".

Continua a leggere


Ddl Diffamazione, approvato alla Camera spetta ora al Senato dare il via definitivo.  Medici sempre più stressati e con turni massacranti. Lo dice il sondaggio Anaao. Enpam, borse di studio per gli orfani. Enpav studia aiuti gravidanze a rischio.