16 Settembre 2015

"Casse, un mondo in evoluzione"

"Mi associo a quanto ha affermato Camporese", così il Sottosegretario all'Economia, Pierpaolo Baretta , dopo l'intervento del presidente dell'AdEPP che aveva rivendicato la fortissima spinta riformatrice messa in atto dalle Casse di Previdenza privatizzate. "Questo mondo in evoluzione - ha sottolineato il Sottosegretario - è stato capace di rinnovarsi, di far fronte alle sfide. Adesso è importante che proprio questo mondo, per il ruolo che ha, per il patrimonio che ha e per la maturità che ha rappresenti un punto importante per un ruolo istituzionale".

"Intanto mi fa piacere che ci sia questo riconoscimento perchè ritengo che sia semplicemente la realtà - ribadisce Camporese -  Noi abbiamo solidificato  i nostri sistemi, la loro sostenibilità,  e ci stiamo occupando molto seriamente del tema del welfare in un contesto diverso e migliore rispetto al passato. C'è dell'altro lavoro da fare? Sicuramente sì. Quando il Sottosegretario Baretta parla di ruolo istituzionale credo che si riferisca alla capacità di rendere comuni dei servizi, di andare nella direzione di una maggiore massa critica e tutto  questo è all'attenzione dell'Assemblea dei presidenti, è in atto una riflessione molto seria su questo, c'è un gruppo di lavoro che sta operando, io confido che tutto questo poi sfoci in una nuova fase di crescita, di solidificazione di un Sistema  che ha dimostrato in oltre 20 anni non solo di essere solido ma di essere un valore".

"E' positivo che il Governo, attraverso la voce del Sottosegretario del Mef, confermi la volontà di una collaborazione nel rispetto delle attribuzioni reciproche per un progetto comune di investimento a favore del Paese - continua il Presidente dell'AdEPP -  così come è molto positivo l'accenno alla possibilità che lo sgravio fiscale varato per il 2015 proceda per gli anni successivi, una possibilità tutta da verificare ma pur sempre una possibilità. Quindi in linea generale è il momento di una verifica di una convergenza di interessi a partire dai requisiti che sono il fatto che noi dobbiamo tutelare in primis il risparmio dei nostri iscritti  e andare  a stimolare l'economia reale in modo corretto a beneficio del Paese ed anche delle categorie che noi rappresentiamo".

Requisiti quelli accennati da Camporese  che lo stesso Sottosegretario, ripercorrendo il cammino di incontri e scambi percorso finora, ricorda. "Già dal primo incontro con i Presidenti degli Enti era emersa la richiesta di poter decidere su quali settori investire. Siamo d'accordo ed infatti con l'ultimo Decreto offriamo una ampia gamma. Qui c'è un contesto favorevole, dobbiamo provare a coglierlo nella libertà reciproca".

E il Sottosegretario al Mef rilancia" Se riusciamo ad avere una accelerazione negli investimenti renderemo evidente la necessità di rinnovare il Decreto che di fatto copre attualmente i prossimi 3 mesi. Rendere evidente l'avvio di un itinerario fa sì che il 2016 diventi l'occasione per rendere visibile gli effetti degli investimenti sull'economia reale del Paese. Le condizioni ci sono, siamo pronti concretamente a dare il via operativo".

 Continua a leggere

Ultime notizie

Arriva la guida delle spese deducibili per i liberi professionisti .

Ci sono quelle interamente deducibili, come i compensi a terzi o i costi relativi a beni strumentali, e quelle che invece sono solo parzialmente deducibili, come i beni utilizzati in uso promiscuo,  sia per il lavoro sia nella vita privata. Comunque sia ecco pronta una guida per districarsi nell'ennesimo labirinto fiscale. Per saperne di più basta andare sul sito http://www.pmi.it/tag/deducibilita-spese. Un clic e vi si aprirà un mondo.

Continua a leggere

Itinerari previdenziali. Pubblicato il report annuale sugli investitori.

Presentato presso la splendida sede di Civita a Roma, lo studio prende in esame anche i patrimoni  e gli iscritti delle Casse di Previdenza.  Ecco i numeri: 1.626.272 gli iscritti compresi i pensionati attivi. Gli Enti portano a casa, così, un segno +, grazie anche all'exploit di Cassa Forense. Stesso dato positivo per quanto riguarda il patrimonio che supera di gran lunga i 65 miliardi di euro.

Continua a leggere

Imprenditoria straniera. In Italia sono il 10%, con punte del 22%. 4% i professionisti.

E' quanto emerge dal Rapporto annuale pubblicato dal Ministero del lavoro che troverete in allegato. Anche in questa ricerca emerge il divario tra nord, centro  e sud, mentre l'imprenditoria femminile fa da padrona. In Emilia Romagna, ad esempio, l’imprenditoria straniera vede un incremento pari a 1130 unità nel corso di un anno, sfiorando quota 43.472. Nella ripartizione territoriale del Centro sono relativamente più diffusi i permessi dalla durata più breve, mentre al Nord Ovest accade il contrario. Interessanti i dati sulla disoccupazione e sulla ricerca del lavoro,

.

Continua a leggere


Ddl Concorrenza. Il Presidente Cassa Forense, Nunzio Luciano:"Prendo atto ma...".  Istat, bene il mercato del lavoro anche se...aumenta la disoccupazione. Enpam, click day per i mutui. Cassa forense, countdown per la Conferenza Nazionale.