02 Dicembre 2015

Casagit in nome della realtà

Un paracadute per i colleghi e le famiglie che ha di fatto sostituito del tutto o in parte, come ci racconterà il Presidente, il Servizio sanitario nazionale: è questa per noi giornalisti la Casagit. A dirigerla Daniele Cerrato, che non ha mai smesso di fare la propria professione un po’ per amore un po’ perché convinto che il contatto reale, quotidiano con la categoria che si rappresenta non debba essere mai interrotto. Una parola, realtà, che oggi ritroviamo nel titolo di presentazione del Bilancio.

Perché? "Perché abbiamo bisogno di un rinforzo di realtà da diffondere meglio nella categoria perché molti pensano che la nostra sia una delle categorie privilegiate di questo Paese e probabilmente in parte lo è rispetto ad altre categorie meno fortunate, purtroppo noi siamo una categoria che ha subito la crisi in modo, molto, ma molto più pesante di altre. In termini occupazioni sei volte di più rispetto ad altre categorie produttive e mentre in altri settori ci sono segnali di ripresa nel nostro è flebile".

E se qualcuno già immagina l'arrivo di una riforma "lacrime e sangue" può mettersi tranquillo, non ci sarà perché Cerrato vuole "conquistare" il futuro aprendo la Cassa sanitaria ad altri soggetti. "Casagitservizi sta realizzando, grazie ad un accordo con Confcommercio, un fondo  dedicato ai titolari di aziende commerciali italiane. Per noi ha senso ricercare energie nuove in un sistema in crisi a causa del suo mercato del lavoro".

Ma dove andrà la nostra professione? "La nostra categoria ha bisogno di fare un grande patto per trovare una strada per la quale andare. Un grande patto che leghi insieme i giornalisti gli editori e la politica. la politica è richiamata all’obbligo di tutelare la nostra professione e non solo perché l’articolo 21 della costituzione  lo prevede ma perché è un obbligo democratico avere una informazione adeguata, gli editori perché è il loro business, noi perché è il nostro lavoro".

 Continua a leggere

Ultime notizie

AdEPP. approvato il Bilancio e il programma 2016

L’Assemblea dei Presidenti degli Enti di Previdenza aderenti all’AdEPP si è riunita oggi per analizzare il documento programmatico sul futuro dell’Associazione che è stato già oggetto di precedenti approfondimenti.

Continua a leggere

Oliveti: "Investimenti vicino alla professione". "Bene emendamento Di Gioia"

Gli iscritti al Corso di Laurea di Medicina e di Odontoiatria, potranno, se vorranno, iscriversi alla propria Cassa di previdenza. Una rivoluzione che può essere la risposta ad una futura adeguatezza della prestazione e la possibilità di accedere al welfare messo in campo dalla Fondazione. 

Continua a leggere

Enpab-Telethon "Con tutto il cuore". La solidarietà scende in piazza  

La Cassa dei biologi  invita tutti gli iscritti  ad intervenire alla Campagna di Piazza Telethon 2015, nelle giornate del 18, 19 e 20 Dicembre, mettendo a disposizione la loro professionalità e fornendo ai cittadini tutti i suggerimenti, le spiegazioni e le informazioni generali sulle malattie rare, sui percorsi di ricerca, sulla diagnosi ed eventuale terapia, indicando i giusti percorsi da seguire.

Continua a leggere


Mentre i dati sulla crescita deludono, Padoan e Renzi annunciano incentivi alla ricerca.   Pensioni? Per l'Ocse il punto debole resta la sostenibilità. Nonostante le riforme. Inarcassa  tra passato e futuro. I Geometri fanno formazione e il Notariato....