20 Gennaio 2016

Biologa , divulgatrice e molto "social"

43 anni, laureata in Scienze biologiche e in Scienza della nutrizione umana,  un dottorato di Ricerca in Anatomia e un master di II livello in Dietetica e nutrizione clinica applicata. Ma   la neo presidente della Cassa dei Biologici, Tiziana Stallone,  continuando a leggere il suo curriculum,  ricopre anche il ruolo di divulgatore, di “esperta” Rai in diversi programmi televisivi  quali: Occhio alla spesa, Uno Mattina talk, Uno Mattina storie vere, Uno Mattina verde, Geo&Geo.

E’ inoltre co-autore e co-conduttore del programma di nutrizione e benessere “La Dolce Linea”, Webradio Rai e direttore responsabile del quotidiano on-line a carattere scientifico «La Scuola di Ancel Nutrizione – Informazione – Prevenzione».

Una donna che come tante donne riesce a vedere la propria professione "duplicata" in molteplici settori. Ma tornando al suo incarico di presidente Enpab sarà il welfare e l'Europa le sfide da vincere.  "Dopo la battaglia portata avanti anche in seno all’Adepp, l’Enpab intende sostenere le idee dei propri iscritti oltre che con un sostegno attivo, attraverso l’erogazione di borse di studio, anche tramite l’appoggio per ottenere il finanziamento europeo alla propria idea". 

E poi c'è la comunicazione, vecchia e nuova ma soprattutto "social".  "L’Enpab sente la responsabilità di tutti i propri professionisti e metterà in campo utili strumenti di comunicazione per consolidare il rapporto con gli iscritti. Siamo molto presenti sui social e sulle piattaforme streaming raggiungendo complessivamente – in maniera attiva e reattiva – la maggioranza degli iscritti.

"Cosa manca? A mio avviso  - rilancia la Presidente - manca un’offerta formativa dedicata e un aggiornamento costante e qualificato. Ed ancora, manca il rendere visibile il biologo ai suoi utenti, alle aziende e alla popolazione che spesso fatica ad associarlo ad ambiti ben definiti". Ed anche per questo ben vengano  i social.

 

Continua a leggere

 

Ultime notizie

Sgravi. Camporese: "Dato importante e positivo, anche se..."

Il Presidente dell'INPGI denuncia: "Il tema del mercato del lavoro, direttamente connesso all'utilizzo massiccio
degli ammortizzatori sociali resta dirimente in ambito previdenziale" e sottolinea "Troppo spesso, tra demagogia e interessi elettorali, alcuni dimenticano quanto l'Inpgi sia stato un baluardo a difesa dei giornalisti".

Continua a leggere

Non più solo giornalisti. Casagit e Confcommercio varano il fondo sanitario.

Un progetto che prende spunto dal modello riservato fino ad oggi solo  ai giornalisti per "riprodurlo" ad hoc per gli imprenditori del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti.  Obiettivo, 35mila iscritti.

Continua a leggere

Cassa Forense, è on line il "simulatore" della pensione. Basta un clic.

L'Ente degli avvocati ha realizzato un'area privata alla quale iscriversi ed ottenere così la prima "idea" di prestazione futura. Basta avere 35 anni, 2 anni di iscrizione alla Cassa ed essere in regola con i contributi. 

Continua a leggere


Ddl Concorrenza. Uno sguardo agli emendamenti di "interesse" in attesa dell'approvazione.   Lavoro, eppur si muove. Ce lo dicono i dati dell'Osservatorio sul precariato Inps. Enasarco si interroga sulla riforma della Pa e Inarcassa parla di Previdenza.