12 Febbraio 2016

Cassa Forense. Domani è già Europa 

Fare un'intervista a Nunzio Luciano, Presidente della Cassa degli avvocati e Vice presidente vicario dell'AdEPP, è interessante, stimolante, divertente e soprattutto veloce. Il ritmo delle sue risposte è serrato e, a differenza di quanto si possa pensare trovandosi di fronte ad un avvocato, è sintetico. Non è la prima volta ma, forse grazie anche al suo nuovo ruolo nell'AdEPP, il Presidente si presta, partendo dai temi legati alla sua professione,  a spaziare su argomenti e temi di "attualità". Il colloquio non segue una traccia, non ci sono domande scritte. Presentandogli articoli pubblicati la mattina stessa o il giorno prima, lui commenta senza battere ciglio o pensarci troppo su.

Dalla  relazione Covip sugli investimenti degli Enti di previdenza privati "Io sono un privilegiato perchè la mia Cassa ha investito poco sul mattone. Devo però rilevare, quale Vice presidente vicario dell’Adepp, che sicuramente ci possono essere Casse che hanno il patrimonio molto investito nel mattone, alle quali però certamente non gli si può dire da un giorno all’altro di svalutare il patrimonio perché ci sono delle norme che lo impongono" al Sistema Paese "C’è una grande attenzione da parte di Adepp a studiare anche insieme ai Ministeri la struttura o a trovare la struttura più adatta che ci consenta di fare investimenti. Noi ci stiamo e ci siamo. Certamente, proprio perché si tratta di investire i soldi dei nostri iscritti, di risparmi previdenziali, non possiamo essere trattati come normali investitori speculativi", il Presidente Luciano dice la sua e invita tutti al convegno che si terrà il prossimo 19 febbraio.

Un'occasione per parlare di Europa con un parterre di tutto rispetto. Dal Vice presidente del Parlamento Europeo, che voci danno Presidente dal prossimo giugno, Antonio Tajani,  ai Presidenti ed assessori delle Regioni il tutto coordinato dal giornalista Rai Francesco Giorgino,

 

Continua a leggere

 

Ultime notizie

Ingegneri e l'assicurazione professionale. Per i giovani "Troppo costosa"

Un terzo dei liberi professionisti non ce l'ha perché non ne riconosce l’utilità e la trova troppo onerosa. E’ quanto emerge da un’indagine del Centro studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI), che ha coinvolto 7.242 ingegneri iscritti all’Albo. E il Presidente Zambrano sottolinea: “L’obbligo alla loro sottoscrizione è percepito come l’ennesimo balzello che grava sui liberi professionisti".

Continua a leggere

Carriere internazionali. Pronto il festival per gli studenti e i laureati.

Dal 5 all’8 Marzo, Roma farà da cornice ad una quattro giorni, organizzata dall’associazione Giovani nel Mondo e da Carriereinternazionali.com. Workshop, incontri, progetti e tante opportunità per parlare, conoscere ed entrare in contatto con Ong, associazioni, Enti ed Istituzioni.

Continua a leggere

Abruzzo apre ai liberi professionisti. Arriva il microcredito .

Con una dotazione di 9 milioni di euro a valere del vecchio Fse 2007-2013, la Regione ha deciso di aprire i rubinetti dei finanziamenti, concessi sotto forma di mutui della durata di 60 mesi con un tasso di interesse pari all’1 per cento. Il prestito va da un minimo di 5mila ad un massimo di 10mila euro per le persone fisiche e da 10mila a 25mila euro per le società.

Continua a leggere


Appalti. Tra il Ddl approvato dal Senato e il DGUE di Bruxelles. Professioni e categorie. Chi sono ce lo dice Unioncamere Dalla Commissione uno spazio comune sugli investimenti.