24 Marzo 2016

WISE, la saggezza del domani

Welfare, Investimenti, Servizi, Europa in sintesi WISE, è questo il progetto che traccia il cammino del Sistema AdEPP, quattro linee direttrici di attività che esploriamo insieme al Presidente Oliveti.

Iniziando proprio da quel welfare sul quale "puntano" da tempo le Casse di Previdenza tanto da averci investito oltre 500 milioni di euro. “Il progetto è quello di allargare l’offerta di welfare di categoria  - spiega il Presidente dell'AdEPP, Alberto Oliveti - che deve, ad esempio, tutelare i rischi professionali e biometrici, semplificare l’accesso al credito, favorire la formazione continua, sviluppare forme di assistenza sanitaria integrativa e previdenza complementare, rispondere ad una domanda di sostegno, anche al reddito, che è evidente".

Il tutto in sinergia, mettendo a fattore comune quelle buone pratiche che possono essere il punto di partenza, anche quando parliamo di investimenti? "Si, anche qui seguendo il concetto di assetto a “geometria varabile”, proposte non vincolate ad una adesione obbligata  - sottolinea Oliveti - ma come opportunità da cogliere, in cui la sinergia tra Casse possa potenziare l’effetto economico dell’investimento. Vogliamo investire sul lavoro perché previdenza e lavoro sono vasi comunicanti, non ci può essere l’una senza l’altro e viceversa, investimenti vicino ai nostri bacini professionali visto che rappresentano il 10% del Pil nazionale e quindi sostenerli significa fare l’interesse di tutto il sistema Italia, portando la massima attenzione alla tenuta del patto generazionale. Oggi le Casse, che stanno tutte meglio di quando erano pubbliche, sono pronte a fare la propria parte".

Come d'altronde fanno da 20 anni e questa è "storia".  Come è storia i tentativi di invasione sull'autonomia sancita peraltro da leggi dello Stato. " Noi rispondiamo con azioni concrete a quanti prospettano accorpamenti, commissariamenti o vorrebbero gestire un patrimonio che appartiene unicamente agli iscritti delle Casse, rivendichiamo l’ottimo lavoro fatto fino ad oggi, una gestione che merita riconoscimenti e rispetto. Abbiamo saputo affrontare il cambiamento, siamo stati e saremo saggi, il progetto WISE è il cammino da seguire".

Poi c’è il tema delle risorse dei professionisti che dovrebbero tornare a loro? "Il sistema delle Casse di previdenza attraverso i contributi dei liberi professionisti concorre in maniera massiccia al risanamento della finanza pubblica sottraendo risorse dai montanti contributivi per destinarli ai saldi di finanza pubblica. Ogni anno, il 15 per cento della spesa sostenuta per consumi intermedi nell’anno 2010 viene versato nelle Casse dello Stato. Si tratta di circa 25 mln di euro l’anno. Si potrebbe prevedere che i risparmi delle Casse in termini di spending review e sinergie rimangano alle Casse per destinarli ai professionisti con redditi sotto una percentuale della media regionale. Senza contare che si potrebbe inoltre ridurre la doppia tassazione prevista sui rendimenti degli investimenti delle Casse di previdenza per aumentare le prestazioni in favore dei professionisti iscritti".

Dall'AdEPP gli auguri per una felice e serena Buona Pasqua

 Continua a leggere

 

Ultime notizie

Fondi europei. Santoro: "Grande opportunità"

Utili per garantire l'attivazione di iniziative finalizzate allo sviluppo ed all’innovazione di diversi settori produttivi, fra cui l'innovazione nelle tecnologie, le costruzioni, le infrastrutture" così il , Presidente di Inarcassa che sottolinea come l'Italia " nonostante i recenti passi avanti in tal senso, non sia ancora capace di approfittare al meglio di questi importanti strumenti di sostegno, che possono essere, soprattutto in questo difficile periodo, risolutivi per far decollare progetti e iniziative in cui, a vario titolo, sono coinvolti gli architetti e gli ingegneri liberi professionisti". Nel frattempo, la Fondazione ha messo on line, dai primi di marzo, il primo corso dedicato ai soci.

Continua a leggere

Garanzia giovani, arriva il bonus 2016 

Più lavoro meno orientamento, queste le linee guida dei finanziamenti destinati a tirocini e stage. Quattro le "fasce di svantaggio" individuate per le quali è previsto il bonus che verrà erogato sia alle aziende sia ai professionisti che fino al 31 dicembre assumono a tempo indeterminato.

Continua a leggere

Sharing economy per i professionisti? Si può

Da qualche settimana è on line un nuovo portale web: SHAREPRO, destinato a portare il concetto di sharing anche tra i professionisti e dunque a rivoluzionare il loro modo di lavorare. "Un progetto
che è nato - sottolinea uno dei  fondatori,  Alessandro Amato -   dalla convinzione che al giorno d’oggi la tecnologia consente a tutti i professionisti di poter svolgere la propria attività ovunque".

 Continua a leggere


 Ricerca&Sviluppo, credito  anche per liberi professionisti Smart City Index 2016. L'Italia ancora troppo poco smart Fondi 2007-2013. E l'Europa tira le orecchie alla Campania