08 Aprile 2016

Bicamerale...non solo investimenti

Una lunga audizione durante la quale il Presidente dell'AdEPP, Alberto Oliveti, ha illustrato un mondo decisamente in evoluzione che non ha come obiettivo quello di sopravvivere ad un cambiamento ma cavalcarlo, ribadendo obiettivi e traguardi da tagliare, avendo come leitmotiv "stiamo tutti meglio ora di quando eravamo pubblici".

I numeri, i dati che i componenti della Bicamerale di controllo sugli enti privati e privatizzati leggono sul documento elaborato dal Centro studi AdEPP, parlano da soli. All'illustrazione del Presidente Oliveti il compito di sottolinearne alcuni aspetti e principi: "I nostri investimenti devono tenere conto della loro natura di garanzia di prestazioni di rango istituzionale e devono esser fatti in una logica di protezione del capitale al di fuori di assunzione di rischi speculativi che non rispondono alla finalità istitutiva delle Casse che io mi onoro di rappresentare".

E sullo schema del  Decreto del Mef, Oliveti puntualizza: "Correttamente intende portare dei principi di regolazione delle modalità quantitative e qualitative dell'investimento previdenziale, da questo punto di vista  è chiaro che i criteri di trasparenza, riferimento alle migliori pratiche del mercato e alla logica protettiva dell'investimento sono importanti. Diciamo che diamo una valutazione positiva su alcuni punti fondanti come quello di scegliere una banca depositaria unica per evidenti economie di scala e controlli dei flussi in maniera più diretta, più immediata".

Nell'ambito della citata trasparenza, il Presidente dell'AdEPP sottolinea come "Condividiamo la logica della scelta dei gestori indiretti ma d'altronde sempre più Casse si stanno affidando a questi negli ultimi anni, si sta spostando il trend degli investimenti dalla gestione diretta alla gestione indiretta, mediante investitori specializzati. Una logica che deve riferirsi costantemente alle migliori pratiche".

Giudizio positivo, quindi, con una qualche perplessità che Oliveti non ha mancato di sottolineare e porre all'attenzione della Bicamerale . "Quando si fa un investimento bisogna sempre pensare all'uscita da questo - sostiene Oliveti -  come si interrompono i contratti,? Bisogna fare una nuova gara? Quindi fermo restando i principi di trasparenza, di prevedibilità e di tracciabilità che devono essere seguiti nell'interesse della contribuzione  degli iscritti, crediamo però che un sistema che rischia di  diventare rigido possa creare dei problemi soprattutto in uscita dall'investimento se questo non venisse ritenuto portatore di quel naturale valore che  deve prevedere". 

Una audizione che da l'occasione al Presidente Oliveti, grazie anche alla richiesta posta dallo stesso Presidente della Bicamerale, Lello Di Gioia, di spiegare il progetto WISE, le linee che tracceranno il nuovo percorso dell'AdEPP.

 Continua a leggere

 

Ultime notizie

La professione cambia, l'Etica no.....

A sostenerlo Giampiero Malagnino, Vice presidente vicario Empan con alle spalle una lunga storia di impegno e "lotte"  nel sindacato dei medici odontoiatri. "C'è una rivoluzione in atto nel modo di esercitare la professione odontoiatrica? O c'è solo una evoluzione?" domanda Malagnino e, raccontando un mondo che cambia e non sempre in meglio, da' e si da' la  risposta "Insomma, anche il dentista deve "evolvere" e "adattarsi" alle esigenze della società senza, però, rinunciare ad essere un "professionista della salute"!

 Continua a leggere

E a proposito di professioni che cambiano....

Cassa Ragionieri, si punta sugli esperti contabili. Pagliuca racconta...così è titolato l'articolo, firmato dal Presidente della Cassa dei ragionieri, che racconta di una professione che, data per scomparsa, invece evolve e fotografa un cambiamento complesso e forse per questo ancora più appassionante. Altro che "solitudine dei numeri primi" 

Continua a leggere

AdEPP a convegno. L'11 maggio tutti a Napoli.

Anche quest'anno l'Associazione sarà presente nella capitale partenopea durante la tre giorni dedicata alla previdenza, organizzati da Itinerari Previdenziali. E lo sarà con un proprio convegno che vedrà la partecipazione del mondo politico, economico, accademico  e professionale. Titolo: "WISE: la risposta alle sfide dei liberi professionisti"

 Continua a leggere


 Ecco la bozza del Decreto del Mef aperto ai "suggerimenti". "Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo" Professioni, il Piano Nazionale di riforma arriva a Bruxelles