Giovani medici. La “rete di protezione” targata Enpam

678

Il Presidente dell’Enpam e dell’Adepp, Alberto Oliveti, intervenendo agli “Stati generali dei giovani professionisti medici e odontoiatri” è stato chiaro “Quando si pensa alla previdenza, la prima idea che viene in mente è quella dei pensionati. Non è più così: quella dell’Enpam è una previdenza circolare, dove chi lavora sostiene le pensioni e chi non lavora più sostiene i giovani che si trovino in difficoltà”.

“Alcuni eventi costituiscono una gioia, come la maternità; altri non vorremmo mai capitassero, come le malattie invalidanti o, argomento quanto mai purtroppo attuale, le calamità naturali, per le quali Enpam ha pensato a un fondo dedicato – ha concluso Oliveti durante il suo intervento -. In ogni caso, meglio essere preparati: con una rete di protezione si vive e si lavora più sereni”.

E la rete di protezione di cui parla il Presidente raccoglie temi indispensabile per la vita professionale e “umana” degli iscritti Enpam. Li riassumiamo:

Credito agevolato. Ai giovani la Fondazione finora ha permesso di avere mutui per la prima casa o per lo studio professionale anche quando il reddito o le garanzie non erano sufficienti per ottenere prestiti dalle banche.

Inabilità. Almeno 15mila euro in caso di inabilità alla professione e reversibilità ai familiari che ne hanno diritto in caso di morte prematura. Una garanzia che scatta automaticamente dall’inizio della professione, anche senza aver versato un euro di contributi.

Anche per gli studenti: per quanti si iscrivono facoltativamente all’Enpam, questa e altre tutele scattano già durante gli ultimi due anni di corso di laurea.

 Long Term Care: la copertura garantisce agli iscritti che si trovino in condizioni di non autosufficienza 1.200 euro al mese, non tassati, per tutta la vita.

 Genitorialità: 1000 euro in più garantiti alle colleghe in maternità anche in assenza di reddito professionale. Assegno di 1500 euro per le spese di nido e babysitter.

 Assenze per infortunio e malattia pagate: – Dal 31 ° giorno interviene l’Enpam (per liberi professionisti e assistenza primaria) – Mmg coperti anche nei primi 30 giorni grazie a polizza assicurativa che passa per Enpam

Fondo di garanzia per i professionisti. Il 18 ottobre 2019 convenzione tra Enpam. Cdp, Ministero dello Sviluppo economico e Ministero dell’Economia e delle Finanze. Obiettivo: abbattere gli interessi, aumentare l’importo concedibile, ridurre l’attesa rispetto ai tempi bancari, diminuire le garanzie richieste