Avvocati e commercialisti. Inps informa

922

I chiarimenti arrivano direttamente dall’Inps: se sei avvocato o commercialista e sei anche consulente in materia di lavoro, previdenza o assistenza devi richiedere le credenziali, i primi direttamente all’inps usando la propria pec, i secondi anche al proprio ordine professionale.

Per gli avvocati, i documenti da allegare alla domanda sono la copia del tesserino di riconoscimento rilasciato dall’Ordine professionale, copia del modulo SC&$ scaricabile dal sito dell’Inps e copia del documento d’identità.

Prima di svolgere questi adempimenti, devono però inoltrare un’altra richiesta, all’ispettorato nazionale del lavoro, seguendo le istruzioni previste dalla nota INL n. 32/2018. Questo passaggio, spiega l’Inps è fondamentale per ottenere l’autorizzazione.

Dopo aver effettuato tutte le pratiche, l’avvocato verrà censito, e dovrà semplicemente recarsi presso una qualsiasi Struttura territoriale dell’Istituto, esibendo il modulo “SC64” e richiedendo il rilascio del PIN con l’estensione per operare per i servizi aziendali.

Per quanto riguarda invece i commercialisti, le comunicazioni con l’INPS avvengono esclusivamente attraverso gli ordini provinciali.

Per il resto, stessi documenti e stesso iter.