Donne Geometri “Attenti all’inquinamento nascosto”

745

I materiali edili, e i prodotti di decorazione in genere, sono considerati una delle fonti di emissione non trascurabili di composti organici volatili (Cov). Questi inquinanti costituiscono un insieme di sostanze appartenenti a diverse famiglie chimiche il cui punto comune è evaporare più o meno rapidamente a temperatura ambiente, tra queste le più note sono il benzene, la formaldeide, lo stirene, toluene, tricloroetilene. E’ quanto denunciano le Donne Geometri che hanno lanciato l’allarme spiegando quanto sia dannoso l’inquinamento “invisibile” negli edifici, siano abitazioni private siano pubbliche. Leggiamo lo studio pubblicato sul sito del Consiglio nazionale.

Gli edifici, nei quali si trascorre la maggior parte del tempo, nascondono molte insidie, che negli ultimi anni sono sotto la lente d’ingrandimento di ricercatori e oggetto di  studi scientifici, visto l’impatto negativo sugli esseri viventi e l’ambiente; l’aria che si respira all’interno dei luoghi costruiti non industriali (scuole, luoghi di lavoro, residenze, locali pubblici di spettacolo, svago, relax..), è infatti di gran lunga più inquinata dell’aria esterna.

Un rapporto stilato dall’Istituto Superiore di Sanità classifica, come «estremamente elevato» il danno sanitario, economico e sociale attribuibile all’inquinamento indoor, con problemi per la salute delle persone, che vanno dall’asma bronchiale, all’infarto del miocardio al tumore del polmone.

Le cause di tale situazione dipendono da svariati fattori, quali l’immissione nel ciclo edilizio di nuovi prodotti inquinanti, la scarsa attenzione progettuale a soluzioni tecniche appropriate, la diminuzione dei ricambi d’aria a causa delle misure per il contenimento dei consumi energetici negli edifici, i materiali da costruzione nocivi messi in opera, la minore attenzione dei progettisti nei confronti dei problemi di igiene edilizia, le diverse abitudini di vita della popolazione che tende a trascurare determinate operazioni di gestione e manutenzione e, contemporaneamente, impiega prodotti chimici di largo consumo che aumentano il carico inquinante.

I materiali edili, e i prodotti di decorazione in genere, sono considerati una delle fonti di emissione non trascurabili di composti organici volatili (Cov). Questi inquinanti costituiscono un insieme di sostanze appartenenti a diverse famiglie chimiche il cui punto comune è evaporare più o meno rapidamente a temperatura ambiente, tra queste le più note sono il benzene, la formaldeide, lo stirene, toluene, tricloroetilene.

I principali effetti sulla salute umana possono variare da irritazioni della pelle, delle mucose o delle vie respiratorie, nausea, mal di testa, fino a tumori. Alcuni composti organici volatili sono classificati come cancerogeni, mutageni o tossici per la riproduzione.

I Cov vengono emessi per diversi anni da determinati materiali da costruzione come, per esempio, i pannelli di legno o legno trattato, pavimenti in linoleum o parquet, pitture, vernici, schiume, svernicianti, colle, rivestimenti, materiale isolante.

Gli effetti dei Cov sulla salute umana possono essere “acuti”, se sono collegati a un’esposizione a breve termine, o persino “cronici” se sono collegati a un’esposizione continua per un lungo periodo.

La valutazione della concentrazione di Voc presenti nell’aria può essere effettuata immediatamente con dei rilevatori portatili oppure, con maggiore precisione, utilizzando fiale campionatrici contenenti materiali adsorbenti diversi a seconda delle specie in esame, che devono essere analizzate in un secondo tempo presso un laboratorio specializzato.

Per essere immessi sul mercato, e essere conseguentemente utilizzati in cantiere, i prodotti da costruzione, devono essere muniti di dichiarazione di prestazione e marcatura CE in ottemperanza al Regolamento Europeo n. 305/2011/CE, per proteggere la salute e la sicurezza dei lavoratori edili e degli altri utenti. È quindi necessario valutare con attenzione ogni tipo di prodotto da inserire nella fase progettuale per la realizzazione di una costruzione.

Progetto di formazione del Consiglio Nazionale Geometri
Piazza dell’Edificio Salubre Saie 2020
Esperto in edificio Salubre