Friuli Venezia Giulia. Incentivi all’occupazione

725

Contributi per l’assunzione a tempo indeterminato con contratto di lavoro subordinato e per l’inserimento lavorativo in cooperative come soci lavoratori di disoccupati.

L’Amministrazione regionale, al fine di sostenere l’assunzione con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, anche parziale non inferiore al 70% e l’inserimento lavorativo a tempo indeterminato in qualità di soci lavoratori di cooperative, eroga contributi a fondo perduto in regime di de minimis che possono essere richiesti da datori di lavoro privati (imprese, associazioni, fondazioni, professionisti, cooperative) aventi sede o unità locale nel territorio della Regione Friuli Venezia Giulia.

CHI SONO I DESTINATARI DELL’INIZIATIVA

I disoccupati da almeno 6 mesi consecutivi, residenti nella Regione FVG da almeno 5 anni consecutivi, cittadini italiani, comunitari o extracomunitari in regola con la vigente normativa in materia di immigrazione, appartenenti ad una delle seguenti categorie:

  1. donne;
    2. uomini di età non inferiore a 60 anni;
    3. uomini disoccupati o a rischio disoccupazione a seguito di una situazione di grave difficoltà occupazionale dichiarata con decreto dell’Assessore regionale competente in materia di lavoro ovvero riconducibile alla crisi industriale complessa di Trieste.

Per disoccupato si intende chi, privo di impiego, ha dichiarato in forma telematica la propria disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e ha sottoscritto il patto di servizio personalizzato presso uno dei centri per l’impiego regionali.

AMMONTARE DEGLI INCENTIVI

IMPORTO € 5.000,00
Incremento di € 1.000,00 in caso di:

Individuazione del disoccupato attraverso preselezione del CPI

Disoccupati a seguito di situazione di Grave Crisi Occupazionale

Disoccupati da almeno 12 mesi

Incremento di € 5.000,00 in caso di:
assunzione di donne con contratto di lavoro a tempo pieno, con almeno un figlio di età fino a cinque anni non compiuti; l’incentivo viene ulteriormente incrementato di € 3.000,00 nel caso in cui il datore di lavoro dispone di almeno una delle seguenti tipologie di misure di welfare aziendale per la conciliazione tra vita lavorativa e impegni di cura dei propri cari:
1) flessibilità dell’orario di lavoro o banca delle ore;
2) nido aziendale o convenzionato;

assunzione di uomini e donne di età non inferiore a 60 anni la cui disoccupazione deriva da un contratto con riconoscimento della qualifica dirigenziale, con contratto di lavoro con riconoscimento della qualifica dirigenziale a tempo pieno.

Gli incrementi sono cumulabili

RISORSE FINANZIARIE

Le risorse ammontano complessivamente ad euro 4.000.000,00. Le istanze vengono esaminate seguendo l’ordine cronologico di inoltro, con modalità a sportello.