Sabbadini, Women 20. L’Italia sta lasciando indietro le donne?

319

“Lasciare indietro le donne è un freno alla crescita, significa lasciare indietro tutto il Paese. Già la Banca d’Italia ha mostrato che l’incremento dell’occupazione femminile porta con sè un incremento di rendita, ed è un elemento importante di protezione dalla povertà» commenta a Il Sole 24 Ore Linda Laura Sabbadini, direttrice dell’Istat e incoming chair del Women20.

“Sono diversi i pilastri fondamentali su cui stiamo lavorando: imprenditoria e finanza, occupazione e digitalizzazione, a cui si aggiungono come priorità l’ambiente e la violenza contro le donne. A riguardo di quest’ultimo tema, riteniamo che dopo il Covid sia necessario che il G20 assuma obiettivi precisi rispetto alla necessità di dotarsi di piani nazionali contro la violenza di genere –  spiega Sabbadini alla giornalista –  “Inoltre ci sono due punti cruciali su cui porre attenzione: uno è culturale, e riguarda gli stereotipi di genere che attraversano tutte le aree in questione. L’altro ha a che fare con la salute e la sanità: da una parte c’è l’urgenza di privilegiare una sanità territoriale che metta al centro la cura della persona, dall’altra occorre sviluppare la medicina di genere, che fino a oggi nell’ambito della ricerca e della sperimentazione è stata poco presa in considerazione”.