Universo Welfare

332

di Tiziana Stallone – Vice presidente AdEPP e Responsabile Welfare

Il 22 ottobre prossimo Adepp terrà gli Stati Generali della previdenza dei Liberi Professionisti con l’obiettivo di continuare il dialogo già da tempo avviato con le Istituzioni e gli Stakeholders, nonché un confronto proattivo volto alla condivisione e all’implementazione di azioni strategiche a favore dei quasi 1.700.000 liberi professionisti ordinistici iscritti alle Casse di previdenza.

Il secondo Rapporto Adepp sul welfare dei professionisti – i cui dati e risultati saranno anticipati nel corso della manifestazione – rappresenta un’istantanea del contesto e della situazione di particolare difficoltà in cui attualmente versano i liberi professionisti in conseguenza della crisi pandemica, che si trovano a dover trasformare e rinnovare la loro attività professionale per rispondere alle sfide del nuovo scenario del mercato di lavoro trasformato dalla pandemia.

Questo Report, unico nel suo genere, lascia testimonianza del consuntivo di una crisi, raccogliendo le azioni specifiche prontamente messe in campo dalle Casse di previdenza per sostenere gli iscritti durante la pandemia e volte a implementare il welfare durante la crisi. All’interno del Rapporto sono altresì descritte quelle azioni di sistema messe in atto dal Governo di concerto con le Casse di previdenza, che hanno reso possibile il ritorno di una fiscalità di scopo agli iscritti, per il loro sostentamento in un dramma nazionale quali ad esempio il reddito di ultima istanza e i relativi bonus, le indennità per le pensioni di invalidità fino a giungere a l’anno bianco contributivo.

In un orizzonte temporale di medio-lungo termine, l’AdEPP sin dall’origine della crisi sta analizzando -attraverso il Centro Studi in stretta connessione con le Casse di previdenza – i fabbisogni dei professionisti al fine di anticipare le loro esigenze, favorire il rilancio del lavoro adeguando le azioni di tutela e sostegno del professionista.

Per accrescere gli strumenti di sostegno al lavoro nel rinnovato scenario l’AdEPP intende valorizzare il lavoro della Casse che stanno ridisegnando e allargando il perimetro di un nuovo welfare integrato. A tal proposito nel Report sono presentate le “best practice” quali possibili modelli di intervento politico e strategico.

Le Casse hanno riconosciuto alcune priorità in linea con le sei mission individuate e contenute nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza declinate anche ripercorrendo gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 al fine di orientare i futuri investimenti, sia in termini di patrimonio che in termini capitale umano.