NextGenerationEu. Aumentano le obbligazioni verdi

455

La Commissione europea ha raccolto ulteriori 6 miliardi di euro in fondi NextGenerationEU con la seconda sindacazione di “obbligazioni verdi NextGenerationEU”. Con scadenza il 4 febbraio 2043, questo prestito obbligazionario a 20 anni porta il finanziamento totale a lungo termine raccolto nell’ambito di NextGenerationEU a 99,5 miliardi di euro, di cui 20,5 miliardi di euro in obbligazioni verdi NextGenerationEU.

Contesto

NextGenerationEU è lo strumento temporaneo del bilancio dell’Unione che destina fino a 800 miliardi di euro a sostegno della ripresa dell’UE dalla pandemia di coronavirus e della costruzione di un’Europa più verde, più digitale e più resiliente. Il finanziamento di NextGenerationEU si fonda sui prestiti che la Commissione prenderà fino a 800 miliardi di euro a prezzi correnti sui mercati dei capitali entro la fine del 2026. Di questo totale, fino a 723,8 miliardi saranno resi disponibili nell’ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza (RFF e Piani nazionali di ripresa e resilienza).

Altri 83,1 miliardi di euro sosterranno i principali programmi dell’UE (ad esempio: Horizon Europe). Questa emissione obbligazionaria è stata coperta più di 13 volte dagli ordini degli investitori e rappresenta il più grande green bond emesso ad oggi nel 2022. Le dimensioni e la qualità del portafoglio ordini confermano la fiducia degli investitori nel programma di obbligazioni verdi dell’UE. I proventi dell’accordo promuoveranno la trasformazione verde dell’UE finanziando investimenti sostenibili nei piani per la ripresa e la resilienza degli Stati membri. La sindacazione fa seguito all’operazione record da 12 miliardi di euro di obbligazioni verdi a 15 anni della Commissione messa in atto nell’ottobre 2021 e al suo tap da 2,5 miliardi di euro nel febbraio 2022.

La Commissione intende raccogliere fino al 30% di tutte le emissioni di NextGenerationEU sotto forma di “obbligazioni verdi NextGenerationEU”. Tutte le obbligazioni verdi saranno emesse nell’ambito del quadro di obbligazioni verdi NextGenerationEU conforme all’ICMA (International Capital Market Association).

Oltre a fornire sostegno diretto ai progetti per la transizione verde in Europa, le obbligazioni Professioni in Europa – N. 57 Aprile 2022 7 verdi NextGenerationEU rafforzano il ruolo dell’euro nel mercato degli investimenti sostenibili e confermano l’impegno della Commissione europea a favore della finanza sostenibile. L’impegno a favore della sostenibilità della Commissione europea è testimoniato dal lancio a fine di marzo del quadro informativo NextGenerationEU sulle obbligazioni verdi lo strumento per aumentare la trasparenza delle misure finanziate dalle obbligazioni verdi NextGenerationEU, che fornisce informazioni in tempo reale su come gli Stati membri stanno investendo i proventi raccolti dalle emissioni di obbligazioni verdi.

Il quadro chiarisce, inoltre, l’ampio processo di due diligence messo in atto dalla Commissione per garantire che le obbligazioni verdi NextGenerationEU siano assegnate esclusivamente alle misure del PNRR che contribuiscono alla transizione verde.