Medicina e Innovazione. Oliveti “Fondamentale agire sulla formazione”

287

“Il medico dell’era post-Covid dovrà integrare le conoscenze proprie dell’esercizio professionale tradizionale con le nuove informazioni che gli verranno date dalla sanità digitale. Dovrà quindi avere competenze pre-cliniche e cliniche, tecnologiche e informatiche, capacità manageriali, competenze di sistema e di relazione con le varie componenti del Servizio sanitario nazionale che verrà riformato sicuramente dagli effetti del post-Covid” così il Presidente dell’AdEPP e dell’Enpam, Alberto Oliveti, a margine della seconda edizione di Tech2Doc, evento promosso  a Roma al Centro congressi Rospigliosi da Fondazione Enpam, per supportare medici e odontoiatri nella transizione verso la digitalizzazione della medicina.

“In un contesto in continua evoluzione e trasformazione – ha sottolineato Oliveti – è fondamentale agire sulla formazione delle nuove generazioni, così come sull’aggiornamento delle competenze”.

“Innovazione e digitalizzazione – fanno eco gli organizzatori di Healthcare Innovation Forum tenutosi a Roma lo scorso 6 dicembre – sono due leve strategiche che guidano sempre di più il sistema delle cure. Conoscere le innovazioni che si stanno profilando in medicina aiuta a definire le caratteristiche della sanità del futuro. Un futuro che interessa direttamente i cittadini, ma che deve partire da un’efficace gestione manageriale di tutti i processi di cura, soprattutto nel caso delle aziende sanitarie pubbliche e private”.