Ocse. Occupazione e partecipazione alla forza lavoro. I tassi restano stabili

384

I tassi di occupazione e di partecipazione alla forza lavoro dell’OCSE sono rimasti stabili al 69,4% e al 73,2% nel terzo trimestre del 2022, circa il 40% dei paesi OCSE ha registrato livelli record per entrambi gli indicatori. Anche il numero di persone occupate, come dipendenti o lavoratori autonomi, ha raggiunto il livello più alto con 607,9 milioni di lavoratori. Sono questi alcuni dei dati contenuti nel report che fotografa la situazione del mercato del lavoro nel mondo e in Europa.

I dati

Tasso Occupazione

Per la prima volta in oltre due anni, nel terzo trimestre del 2022 è salito al 62,4% per le donne, mentre è sceso al 76,6% per gli uomini. Il tasso di partecipazione alla forza lavoro dell’OCSE ha raggiunto il livello più alto del 65,9% per le donne ed è rimasto stabile per gli uomini al livello pre-pandemico dell’80,6% .

Tasso di Disoccupazione

E’ rimasto al 4,9% nel novembre 2022, il quinto mese consecutivo a questo minimo storico dall’inizio della serie nel 200. Tuttavia, l’aggregato OCSE nasconde ampie differenze tra i paesi con il tasso di disoccupazione ai minimi storici solo in Australia e Francia.

Per  le donne, mentre è è leggermente diminuito al 5,1%  mentre è rimasto stabile al 4,7% per gli uomini. Diminuisce leggermente anche per i lavoratori giovani (15-24 anni) ed è stabile per i lavoratori dai 25 anni in su

Non solo Europa

Nell’Unione europea e nell’area euro, il tasso di disoccupazione nel novembre 2022 è rimasto ai minimi storici rispettivamente del 6,0% e del 6,5%. Al di fuori dell’Europa, i dati più recenti mostrano che nel dicembre 2022 il tasso di disoccupazione ha continuato a diminuire in Canada al 5,0% (solo 0,1 punti percentuali in più rispetto al livello più basso) ed è sceso al minimo storico del 3,5% negli Stati Uniti.

Download the entire news release (graphs and tables included, PDF)