Via agli incentivi per l’occupazione

20

“Esprimo grande apprezzamento per l’iniziativa presa in questi giorni dalla Regione Toscana con lo stanziamento di risorse destinate ai datori di lavoro privati  per sostenere l’occupazione, in particolare di quelle fasce più fragili della popolazione. Per altro è importante che il nostro territorio, come area di crisi complessa riceva una dotazione di risorse maggiore rispetto ad altri territori regionali. Come già in passato, anche questa volta la nostra Amministrazione Comunale fa azione di informazione per diffondere in maniera più capillare possibile le informazioni utili al mondo del lavoro e ai loro protagonisti” così l’assessore al Lavoro Gianfranco Simoncini annunciando la nuova azione destinata a rilanciare l’occupazione.

A poco meno di un mese dalla firma del Nuovo Patto per il Lavoro della Regione Toscana, ARTI (Agenzia Regionale Toscana per l’Impiego), infatti, ha emanato il primo avviso pubblico per l’assegnazione di incentivi ai datori di lavoro privati a sostegno dell’occupazione.  Gli incentivi all’occupazione sono una delle nove misure di politica attiva contenute nel Patto.

L’obiettivo degli incentivi è di rilanciare l’occupazione di soggetti coinvolti nel programma “Garanzia di occupabilità dei lavoratori (GOL)” e di altri soggetti iscritti allo stato di disoccupazione in un Centro per l’Impiego della Toscana.

Possono beneficiare del contributo i datori di lavoro privati (imprese, enti, associazioni, liberi professionisti e più in generale tutti i datori di lavoro privati ad esclusione delle persone fisiche in qualità di datori di lavoro domestico) con sede legale o operativa destinataria dell’assunzione ubicata sul territorio toscano.

Periodo di validità dell’assunzione ai fini del riconoscimento dell’incentivo.

Sono oggetto di contributo le assunzioni effettuate a partire dal 1° settembre 2022. Le assunzioni dovranno essere effettuate successivamente all’iscrizione allo stato di disoccupazione ai sensi del D.Lgs. 150/2015.

Importo contributi

Le tipologie e misure dei contributi per le assunzioni di lavoratori che hanno aderito al programma GOL, iscritti allo stato di disoccupazione ai sensi del D.Lgs. 150/2015 sono le seguenti:

A. CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO
A.1  – euro 8.000,00 full time;
A.2 – euro 4.000,00 part-time pari almeno al 50% delle ore stabilite dal full time previste dal C.C.N.L. della categoria di riferimento;

B. CONTRATTO DI LAVORO DI APPRENDISTATO O A TEMPO DETERMINATO
B. 1 – euro 4.000,00 full time (in caso di tempo determinato la durata deve essere maggiore o uguale a 12 mesi proroghe escluse);
B.2 – euro 2.000,00 part-time pari almeno al 50% delle ore stabilite dal full time previste dal C.C.N.L. della categoria di riferimento (in caso di tempo determinato la durata deve essere maggiore o uguale a 12 mesi proroghe escluse);

Tali importi sono incrementati del 5%  in caso di assunzione di lavoratrici.

C. SOGGETTI CON DISABILITA’ DI CUI ALL’ART. 8 DELLA L. 68/99, SOGGETTI SITUAZIONE DI SVANTAGGIO(1)
C .1  – euro 10.000,00 in caso di tempo indeterminato full time;
C.2 – euro 5.000,00 in caso di tempo indeterminato part-time pari almeno al 50% delle ore stabilite dal full time previste dal C.C.N.L. della categoria di riferimento;
C.3 – euro 5.000,00 in caso di apprendistato o tempo determinato full-time, con durata maggiore o uguale a 12 mesi proroghe escluse;
C.4 – euro 2.500,00 in caso di apprendistato o tempo determinato part-time, pari almeno al 50% delle ore stabilite dal full time previste dal C.C.N.L. della categoria di riferimento, con durata maggiore o uguale a 12 mesi proroghe escluse;

Tali importi sono incrementati del 5% in caso di assunzione di lavoratrici ad esclusione della tipologia C .1  di tempo indeterminato full time.

Per tutte le tipologie di lavoratori, in caso di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato, il datore di lavoro potrà richiedere un ulteriore contributo, pari alla differenza tra gli importi previsti tra le due tipologie di contratti. In tal caso il datore di lavoro dovrà presentare una nuova richiesta di contributo. Non è incentivata la trasformazione di un rapporto di lavoro che non varia nella durata, ma solo nell’orario di lavoro da part-time a full-time.

Termini e modalità di presentazione della domanda

Gli interessati possono presentare domanda a decorre dal 9 Gennaio 2023. Gli avvisi hanno validità fino all’esaurimento delle risorse disponibili.
La richiesta dovrà essere inviata a mezzo PEC all’indirizzo[email protected] e recare ad oggetto: “SETTORE SERVIZI PER IL LAVORO DI _____________ – AVVISO PUBBLICO PER L’ASSEGNAZIONE DI INCENTIVI AI DATORI DI LAVORO  PRIVATI A SOSTEGNO DELL’OCCUPAZIONE NELL’AMBITO DEL PATTO PER IL LAVORO”.

Per la misura del contributo consultare il link seguente https://arti.toscana.it/web/arti/-/patto-per-il-lavoro-in-toscana-avviso-pubblico-per-l-assegnazione-di-incentivi-ai-datori-di-lavoro-privati-a-sostegno-dell-occupazione-nell-ambito-del-patto-per-il-lavoro-1 

Gli avvisi hanno validità fino all’esaurimento delle risorse disponibili. La richiesta dovrà essere inviata a mezzo PEC all’indirizzo: [email protected]

Tutte le informazioni sono disponibili alla seguente pagina web del sito di Arti:
https://arti.toscana.it/web/arti/-/patto-per-il-lavoro-in-toscana-avviso-pubblico-per-l-assegnazione-di-incentivi-ai-datori-di-lavoro-privati-a-sostegno-dell-occupazione-nell-ambito-del-patto-per-il-lavoro-1