Il Comitato permanente Salute di ESIP

179

Le attività del Comitato per la salute, uno dei cinque comitati permanenti della Piattaforma europea per la sicurezza sociale, si allineano al programma di lavoro della Commissione europea nel campo della salute, in particolare, per quanto concerne i prodotti farmaceutici (in vista della prossima revisione della legislazione farmaceutica generale dell’UE e dei regolamenti sui medicinali orfani e pediatrici) e l’assistenza sanitaria digitale, considerata la proposta della Commissione di creare uno spazio europeo dei dati sanitari.
Un ulteriore tema affrontato nell’Health Committee attiene al regolamento sulla valutazione delle tecnologie sanitarie, recentemente adottato, che ha visto l’ESIP partecipare alla riunione di avvio del consorzio EUnetHTA21 (https://www.eunethta.eu/).
Il Comitato per la salute ha inoltre seguito l’attuazione del pacchetto per la salute dell’Unione europea, l’attuazione del piano dell’UE per la lotta contro il cancro e le consultazioni per la valutazione della direttiva sull’assistenza sanitaria transfrontaliera.

In relazione alla Strategia farmaceutica per l’Europa, pubblicata dalla Commissione nel novembre 2020, che intende promuovere l’accesso ai farmaci a prezzi accessibili, garantendo al contempo la competitività dell’industria farmaceutica dell’UE. L’ESIP ha monitorato l’attuazione delle azioni non legislative nell’ambito della Strategia e ha avviato una discussione sulla revisione della legislazione farmaceutica generale dell’UE. Tale discussione, condotta in parallelo con MEDEV, è finalizzata alla compilazione di emendamenti ai testi legislativi.
L’ESIP ha inoltre iniziato a esplorare il tema dei diritti di proprietà intellettuale in vista dell’attuazione di un sistema unitario di SPC. I membri del Comitato per la salute dell’ESIP hanno continuato a partecipare alla rete delle autorità competenti in materia di prezzi e rimborsi (NCAPR), responsabile dell’attuazione dell’agenda sull’accessibilità dei prezzi nell’ambito della strategia farmaceutica.
Il regolamento sulla valutazione delle tecnologie sanitarie è stato adottato nel dicembre 2021 dopo lunghi negoziati inter-istituzionali. Parallelamente, è stato lanciato il consorzio EUnetHTA21 come seguito alle precedenti azioni congiunte e con l’obiettivo di fornire supporto metodologico all’attuazione del regolamento. L’ESIP ha avuto uno scambio con la Commissione sui passi futuri verso l’attuazione della legislazione e ha partecipato ai workshop delle parti interessate di EUnetHTA21.
L’azione del Comitato Salute ha riguardato in particolare la partecipazione alle consultazioni pubbliche promosse dalla Commissione europea e mirate sulla revisione della legislazione farmaceutica generale dell’UE, dei regolamenti sui medicinali orfani e pediatrici e del sistema SPC.
La definizione di un piano d’azione per la futura cooperazione tra l’EMA e la comunità dei pagatori sanitari (ESIP, MEDEV, AIM).

Un tema particolarmente trattato è quello della salute digitale. La pandemia da COVID-19 ha favorito nuovi approcci nello sviluppo di soluzioni digitali applicate all’assistenza sanitaria, in particolare nel campo della medicina a distanza. In questo contesto, l’ESIP ha rilanciato un’indagine per aggiornare la raccolta di strumenti e soluzioni per la salute digitale sviluppati dagli enti e fondi membri di ESIP. I risultati di questa indagine sono stati presentati in eventi esterni e nell’incontro ESIP sugli strumenti digitali per la salute, organizzato nell’ambito dei webinar ad hoc di ESIP sulla digitalizzazione dei sistemi di sicurezza sociale.
Il tema della transizione digitale del settore socio-sanitario è stato trattato dal Comitato Salute con l’analisi della proposta della Commissione sullo Spazio europeo dei dati sanitari (EHDS), che istituisce un quadro di governance e un’infrastruttura per lo scambio e l’utilizzo dei dati sanitari.
La norma intende integrare le proposte di una legge sulla governance dei dati, per la quale è stato raggiunto un accordo di compromesso nel novembre 2021, e la legge sui dati, pubblicata nel febbraio 2022. L’ESIP ha partecipato alla consultazione pubblica e al processo di valutazione d’impatto per la creazione dell’EHDS.
L’ESIP è stato inoltre coinvolto nei gruppi multi-stakeholder istituiti dalla Commissione europea nell’estate del 2021 per raccogliere raccomandazioni informali sul superamento delle barriere per l’accettazione dell’EHDS.
L’agenzia del farmaco europea (EMA) ha lanciato il Data Analytics and Real-World Interrogation Network (DARWIN EU), che esamina l’uso di dati reali per le decisioni normative. Un rappresentante di ESIP è stato invitato a partecipare ai lavori del comitato consultivo del Network (DARWIN EU).

Infine, l’ESIP ha monitorato da vicino l’attuazione del Piano europeo per la lotta contro il cancro (2021) e la relativa tabella di marcia, e ha nominato tre esperti nazionali per partecipare ai gruppi tematici di interesse della Piattaforma su: prevenzione, diagnosi precoce, diagnosi e trattamento e riduzione delle disuguaglianze nonché la qualità dell’assistenza, della vita dei pazienti, dei sopravvissuti e di chi assiste questi pazienti.