Horizon 2020. A Firenze in 3mila per parlare del futuro della comunicazione

351

I partecipanti di oltre 100 Paesi si sono dati appuntamento alla Fortezza da Basso all'”ICT Proposer’s day” per scambiare idee sul mondo che “sarà” durante la due giorni che ha visto il suo avvio con la conferenza internazionale sul futuro dell’Information and Comunication Tecnology (ICT).

Organizzata dalla Commissione Europea e inserita nel semestre italiano di Presidenza, con la partecipazione dl MIUR, della Regione Toscana e dal Comune di Firenze, la manifestazione,  caratterizzata da un pullulare di idee, progetti e proposte, ha raggiunto il culmine con la presentazione di circa 40 call della Commissione Europea per oltre un miliardo di euro destinati ai fondi banditi per sviluppare progetti nati dalla collaborazione tra l’industria e gli enti stessi di ricerca, una grande opportunità per creare partenariati e  sinergie in vista delle prossime call ICT 2015 di Horizon 2020. A questo scopo sono serviti i meeting points allestiti e l’informal networking che hanno visto la partecipazione di migliaia di persone e di ben 80 funzionari della Commissione europea presi d’assalto per ricevere informazioni e quel supporto necessario per delineare bene i confini dei progetti da presentare.

Il denominatore comune4 delle proposte è l’ICT, ma le singole call hanno abbracciato molti settori, dall’ambito farmaceutico alle telecomunicazioni, dalla sicurezza ai beni culturali, dall’ambiente alle infrastrutture. E comunque l’Ict si è di fatto riconfermato al primo posto nelle domande di finanziamento avanzate dalle Pmi per progetti innovativi previsti dal maxi programma Ue per la ricerca Horizon 2020. Il dato, riferisce Enterprise Europe Network(Een), la rete della Commissione europea di supporto alle Pmi per favorire internazionalizzazione, innovazione e ricerca, emerge dalle proposte pervenute anche nella seconda scadenza di settembre dei bandi con 608 progetti su un totale di 1.944 ed erano state 885 su 2.666 nella scadenza del precedente bando. I bandi sono ancora aperti per lo Strumento per le Pmi e il budget complessivo previsto per l’Ict è pari a 90 milioni di euro per il 2014-2015, sottolinea Een. Solo per il prossimo anno, per il settore Ict complessivamente nel programma Horizon 2020 i fondi previsti sono pari a 1.704,31 milioni di euro.

Come tecnologia trasversale multidisciplinare, l’Ict è presente in molte aree del programma Horizon 2020, tra cui ‘Eccellenza Scientifica’, ‘Tecnologie Future ed Emergenti’ (Fet) e ‘Infrastrutture di Ricerca’. Le Information and Communication Technologies sono anche all’interno di uno specifico Programma di Lavoro, dove figurano temi quali la nuova generazione di componenti, sistemi e tecnologie informatiche avanzate, Future internet, Robotica e Fotonica.

L’Ict come tematica trasversale è inserita anche nei programmi di lavoro delle ‘Sfide sociali’ del terzo pilastro di Horizon 2020, per quanto riguarda la ricerca multidisciplinare volta all’applicazione sul mercato.