Durigon “Le Casse pilastro della previdenza e dell’assistenza”

474

“Le Casse rappresentano un pilastro importante non solo della previdenza ma della stessa assistenza, dell’innovazione, delle start up, su questo stiamo ragionando con il presidente dell’AdEPP che saluto con molto cuore affrontando anche il tema di cosa vogliamo attuare affinchè vengano date risposte ai professionisti iscritti” così il Sottosegretario al lavoro, Claudio Durigon, intervenendo dal palco della presentazione annuale della Relazione Covip..

Altro tema sicuramente importante che voglio ricordare – ha detto Durigon – è che nel tempo è stata attuata una tassazione importante sugli investimenti delle Casse. Credo che il Governo debba tendere una mano diversa perché secondo me un investimento in innovazione è un investimento in economia reale”.

Tornado al Regolamento sugli investimenti ancora non attuato il Sottosegretario ha detto “io credo che ci sia la necessità di definirlo. Ho sottolineato un passaggio della relazione del presidente della Covip che voglio leggere “Occorre dunque anche un aggiornamento della normativa primaria per assicurare procedure di intervento con appropriata gradualità, volte a superare eventuali inefficienze riscontrate e prevenire situazioni gestionali che richiedano provvedimenti straordinari di più ampia portata”. Qui parliamo di controlli, i controlli ci sono, c’è il Mef, la Covip stessa, la Bicamerale, il Ministero del lavoro, la Corte dei Conti, c’è l’Anac, però purtroppo non sono serviti ad evitare alcuni scandali nelle Casse, lo dobbiamo dire”.

E’ necessario quindi – ha proseguito Durigon –  che ci sia un regolamento che possa dare la possibilità di vedere in maniera diversa quelli che sono gli investimenti. Sono e siamo pronti a lavorare ad una procedura che possa sicuramente rialzare quello che è questo sistema. Credo che siamo in un periodo dove ci si può permettere di elevare un poco tutto perché quando parliamo di una cifra consistente come 85 miliardi che le Casse gestiscono, le competenze sono determinanti, penso ai collegi dei revisori dei conti che devono essere adeguati alla gestione del controllo e della verifica. Quindi, nel rispetto della loro autonomia le Casse devono essere aiutate e penso che questo sia un ruolo del governo e il regolamento può attuarlo nella forma dell’efficienza”.