Foglia rosa per gli aspiranti giornalisti

163

Sarà operativo dal 1 aprile 2020 il provvedimento approvato dal CNOG che modifica le regole di acceso all’elenco dei pubblicisti, istituendo di fatto un registro degli aspiranti, una sorta di “foglio rosa” finalizzato a consentire l’accesso all’Ordine dei Giornalisti” che prevede un percorso formativo ad hoc.

Il CNOG ha diffuso le nuove linee guida, in sintesi, l’aspirante pubblicista avrà 90 giorni di tempo per comunicare all’Ordine regionale l’inizio della propria attività come giornalista, ricevendo, al momento della segnalazione, il “Testo Unico dei doveri del giornalista”.

Nella comunicazione dovrà essere indicata la data di inizio attività, la testata (o le testate) che hanno pubblicato i primi articoli, il direttore responsabile e l’impegno a segnalare le eventuali altre testate che pubblicheranno successivi articoli o servizi.

L’aspirante pubblicista, nel corso del biennio, dovrà seguire i corsi gratuiti di preparazione che saranno organizzati dall’Ordine, per raggiungere n livello corrispondente ad almeno 20 crediti formativi deontologici.

Il provvedimento vale anche per chi, al 1 aprile 2020, abbia già avviato il percorso per diventare pubblicista e non l’abbia ancora concluso: in questo caso sarà necessario regolarizzare la propria posizione entro 90 giorni da tale data e la formazione sarà rimodulata sul proprio percorso.

Sono esentati solo gli aspiranti pubblicisti che abbiano iniziato l’attività prima del 31 ottobre 2018.

L’obiettivo è quello di migliorare i profili professionali dei nuovi iscritti, tanto che non viene abolito l’obbligo di legge secondo cui per poter presentare domanda di iscrizione all’Ordine è necessario aver anche completato 24 mesi di collaborazione regolarmente retribuita.