FEASR, sviluppo rurale, investimenti verdi e sostenibili. Il 16 la conferenza Ue

110
Soybean Field

Il prossimo 16 novembre si  terrà la “Sesta conferenza annuale dell’Unione europea sugli strumenti finanziari del FEASR per l’agricoltura e lo sviluppo rurale nel periodo 2014-2020”. L’evento, in videoconferenza, è organizzato dalla Commissione europea – Direzione generale dell’Agricoltura e dello sviluppo rurale (DG AGRI) in collaborazione con la Banca europea per gli investimenti (BEI).

L’evento partirà con le dichiarazioni video del Commissario europeo per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale, Janusz Wojciechowski, e il Vicepresidente della Banca europea per gli investimenti, Christian Kettel Thomsen.

La conferenza si concentrerà in particolare sui risultati dello   studio fi-compass sul fabbisogno di finanziamento nel settore agricolo e agroalimentare negli Stati membri. Esperti e professionisti si confronteranno sui dati contenuti nello studio anche nella prospettiva di una tempestiva inclusione degli strumenti finanziari nei Piani strategici della PAC 2021-2027.

L’attenzione sarà inoltre posta sul Green Deal e su come gli strumenti finanziari del FEASR possono sostenere investimenti verdi e sostenibili dal punto di vista ambientale nel settore agricolo.

Per i partecipanti al webinar sarà possibile porre domande ai rappresentanti della Direzione Generale AGRI, della Banca europea per gli investimenti, delle autorità di gestione e degli intermediari finanziari.

Gli organizzatori raccoglieranno le domande in arrivo prima del webinar molte delle quali verranno discusse durante la sessione live.

Per inviare la propria domanda, entro giovedì 12 novembre, è necessario iscriversi nella pagina di registrazione cliccando su https://www.fi-compass.eu/event/5676/sixth-annual-eu-conference-eafrd-financial-instruments-agriculture-and-rural-development

L’evento potrebbe essere di particolare interesse per le professioni che svolgono, tra le altre, anche attività inerenti direttamente e indirettamente l’ambito agricolo e dello sviluppo rurale interessati dai POR FEASR  (ad es. ENPAIA, ENPAV, ENPAB, EPAP) e delle Casse di riferimento. 

Per saperne di più

Che cosa è il FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale?

Il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) sostiene la politica europea in materia di sviluppo rurale e, a tal fine, finanzia i programmi di sviluppo rurale svolti in tutti gli Stati membri e nelle regioni dell’Unione. I programmi sono elaborati in collaborazione con la Commissione europea e gli Stati membri e tengono conto degli orientamenti strategici in materia di sviluppo rurale adottati dal Consiglio, nonché delle priorità delineate nei piani strategici nazionali.

Nel ciclo di programmazione 2014-2020 il FEASR, per la prima volta, è stato specificamente inserito nel quadro politico dei Fondi strutturali e di investimento europei (Fondi SIE) ed è disciplinato dal regolamento «disposizioni comuni» (1303/2013).

Il bilancio del FEASR per il periodo 2014-2020 ammonta a circa 100 miliardi di euro. Durante questo periodo, il bilancio sarà speso mediante l’attuazione di programmi di sviluppo rurale che proseguiranno fino alla fine del 2023.

Programmi Operativi Regionali FEASR (POR FEASR) oppure Piani di Sviluppo Rurale PSR – FEASR

Bandi riguardanti:

  • il miglioramento della competitività dell’agricoltura,
  • la gestione sostenibile delle risorse naturali e l’azione per il clima,
  • uno sviluppo territoriale equilibrato per le zone rurali.

Che cosa è la PAC?

La politica agricola comune (PAC) sostiene la vitalità e la sostenibilità economica delle comunità rurali attraverso misure di sviluppo rurale (il cosiddetto secondo pilastro).

Queste ultime rafforzano le misure di mercato e il sostegno al reddito della PAC mediante strategie e finanziamenti per potenziare i settori agroalimentare e forestale dell’UE, la sostenibilità ambientale e il benessere delle zone rurali in generale.

 Che cosa comprende La Pac?

> l'”ecosostenibilità” dei pagamenti per azienda, attraverso l’introduzione di pratiche agricole sane sotto il profilo ambientale, quali la diversificazione delle colture e mantenendo la ricchezza del paesaggio da un punto di vista ecologico ed una percentuale minima di terreni adibiti a pascolo permanente;

> una maggiore equità nella distribuzione del sostegno al fine di ridurre le differenze più marcate nei livelli di sostegno al reddito ricevuto dagli agricoltori in tutta l’UE e una riduzione dei pagamenti al di sopra di un certo importo per aziende agricole di maggiori dimensioni;

>un sostegno al reddito più mirato per gli agricoltori con maggiori difficoltà, in particolare i giovani agricoltori, per gli agricoltori che operano in settori a basso reddito e per quelli che vivono in zone soggette a vincoli naturali.

Il primo pilastro comprende il sostegno al reddito e le misure di gestione del mercato, mentre il secondo pilastro riguarda lo sviluppo rurale.

A quanto ammonta il Nuovo bilancio della PAC?

Il bilancio della PAC per il periodo 2014-2020 rappresenta il 38% circa del bilancio generale dell’UE. L’importo totale della spesa PAC per il periodo di 7 anni è pari a 408,31 miliardi di EURO.

Quale sarà il futuro dello sviluppo rurale?

In vista del prossimo periodo di programmazione 2021-2027, nel giugno 2018 la Commissione europea ha presentato le sue proposte legislative sulla PAC oltre il 2020.

Tali proposte intendono permettere alla PAC di affrontare più efficacemente le sfide attuali e future, quali i cambiamenti climatici e il ricambio generazionale, pur continuando a sostenere gli agricoltori europei per promuovere un settore agricolo sostenibile e competitivo.

 

Per maggiori informazioni sull’evento in programma il 16 novembre cliccare su

https://www.fi-compass.eu/event/5676/sixth-annual-eu-conference-eafrd-financial-instruments-agriculture-and-rural-development?utm_source=sendinblue&utm_campaign=Last_days_to_register_for_the_online_Sixth_annual_EU_conference_on_EAFRD_financial_instruments_for_agriculture_and_rural_development_in_20142020_16_November_2020&utm_medium=email