Stallone “La nostra vita sia integrata con l’ambiente”

835

di Tiziana Stallone, Presidente Enpab e Vice Presidente AdEPP

L’esperienza della pandemia e la pausa forzata per molti liberi professionisti dalla socialità e dall’attività lavorativa non ci ha lasciati immutati. Stiamo ripartendo ridimensionati nel nostro senso di onnipotenza e con un chiaro senso del limite. Rivediamo quei confini invalicabili del rispetto di tutte le altre forme di vita nelle quali l’uomo è integrato. Abbiamo riscoperto le leggi della biologia, della fisica, della chimica che valgono per tutti: piante, animali (uomo incluso), microorganismi, virus. Abbiamo compreso che non siamo gli unici a popolare la terra e che la nostra vita può essere messa in pericolo.

In questa nuova visione non più ego-riferita credo che tutti abbiamo da guadagnarne a patto che da oggi la nostra vita sia integrata con l’ambiente, con gli altri esseri viventi, nel pieno rispetto del nostro ecosistema. A patto che il nostro lavoro riprenda con uno sguardo alla sostenibilità. Non esiste infatti attività professionale di successo che non migliori l’economia e i servizi del sistema Paese senza garantire la sua tutela anche alle generazioni future.

Con questa visione di miglioramento della sostenibilità, anche attraverso la nostra alimentazione e il nostro stile di vita, ho accolto responsabilità l’invito da parte del Ministero della salute a rispondere alla Call pubblica “SoStenibilità in salute – Sviluppo sostenibile ed impatto sulla salute e di promuoverne la diffusione tra gli iscritti Enpab. La call pubblica del Ministero della Salute si prefigge di comprendere quanto è stato compiuto fino ad ora nella modifica dei nostri comportamenti (soprattutto nell’ambiente di lavoro) per raggiungere i goal 2 e 3 dell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

La prima considerazione, non solo da biologa, ma da persona che ha risposto al questionario è che purtroppo siamo ancora troppo lontani da azioni concrete che ci aiutino a vincere la malnutrizione (per difetto e per eccesso) e a promuovere uno stile di vita sano.