Nanobiotechnology laboratory. La call europea che accoglie le proposte

319

Il Laboratorio di Nanobiotecnologia dispone di strutture all’avanguardia, progettate per favorire gli studi interdisciplinari. Un’enfasi particolare è posta sulla caratterizzazione dei nanomateriali, delle micro-nanoplastiche, delle nanomedicine, dei materiali avanzati e delle loro interazioni con i sistemi biologici, nonché sul rilevamento, l’identificazione e la caratterizzazione dei nanomateriali negli alimenti e nei prodotti di consumo.

Criteri di ammissibilità

Criteri di selezione

Qualsiasi proposta sarà esaminata in base a   criteri di selezione ponderata  quali:

  • Implementazione scientifica
  • Accesso a PMI e nuovi utenti
  • Rilevanza strategica per il CCR
  • Importanza strategica per l’Europa

Definizione e condizioni di accesso

L’accesso all’infrastruttura di ricerca è concesso sulla base di Access Units (es. Giorni o settimane di utilizzo, ore o sessioni di beam time, tempo di elaborazione e gigabyte di dati trasmessi, ecc.). Le unità di accesso sono specifiche per il tipo e la natura di ciascuna infrastruttura di ricerca del CCR che fornisce l’accesso.

Per il Laboratorio di Nanobiotecnologie l’Unità di Accesso sono i ” Giorni Strumento ” che corrispondono all’uso di uno (1) strumento durante un (1) giorno.

  • Numero totale stimato di giorni strumentali assegnati alla chiamata: 60-75
  • Numero medio di giorni strumentali per progetto: 10  (ovvero 2 strumenti per 5 giorni)
  • Costi stimati esclusi materiali di consumo e spese:
    • Infrastruttura di ricerca gestita dal personale del CCR: 108 € / giornata strumentale
    • Infrastruttura di ricerca gestita dagli utenti: 49 € / giorno strumento

Opzioni per l’assegnazione dei diritti di proprietà intellettuale:

  • Il CCR e la parte avente diritto (persona o organizzazione a cui è stato concesso l’accesso) diventano comproprietari in parti uguali di tutti i dati grezzi, dati trattati e dati di documentazione sviluppati rispetto all’accesso;
  • oppure, quando gli utenti gestiscono l’infrastruttura di ricerca
  • I dati grezzi, i dati trattati e quelli della documentazione saranno di proprietà esclusiva dell’avente diritto. Il JRC riceve una licenza non esclusiva, esente da royalty, illimitata e mondiale per utilizzare (ovvero per accedere, sfruttare, adattare, unire, tradurre, copiare e archiviare) i dati grezzi, i dati elaborati e i dati di documentazione in tutti i campi di sfruttamento. Ove pertinente, la licenza includerà tutti i dati / informazioni necessari per replicare i test.