Il Mattinale AdEPP – Giovedì 3 Giugno 2021

702

PRIME PAGINE
Vaccini, la sfida dei giovani (Repubblica). Si tratta sulle regole per l’estate (Corriere). Intanto è polemica sui posti a tavola (Stampa). Riparte il turismo, lite Stato-Regioni sui tavoli da quattro (Messaggero). Giornale: Speranza alla frutta, sul caos ristoranti mollato pure dai suoi. Verità: sulla norma ammazza-ristoranti, Speranza rimane a tavola da solo.
Italia-Economia. La Ue: no al blocco dei licenziamenti (Stampa). Bruxelles: Italia, dannoso non sbloccare i licenziamenti (Repubblica). La Ue avverte: l’Itali freni la spesa corrente. Priorità investimenti (Sole). Recovery e Pa, la svolta con 25 mila assunzioni (Messaggero).
Europa. “Stop al Patto di stabilità”. Ma pesa il debito italiano (Messaggero). Verità: “Ricreazione” Covid finita, nel 2022 torna l’austerità Ue.
Italia-Politica. “La storia siamo noi”, la spinta di Mattarella (Messaggero, Repubblica e tutti). Il capo dello Stato: “Il Paese non è fermo, ora costruire il futuro”. Appello ai giovani (Sole).
Esteri-Israele, è nata l’alleanza per il dopo Netanyahu (Corriere).

ADEPP
La richiesta di un fisco semplice sul Cittadino di Monza e Brianza (p.8). Monza lancia la petizione, “basta adempimenti inutili”: sono i commercialisti brianzoli, appoggiati dall’Ordine locale, a mobilitarsi al fine di dire “no all’obbligo di dati fiscali inutili”. Una iniziativa aperta a tutti, nata dopo la goccia che ha fatto traboccare il vaso, legata al caso ristori e che vorrà coinvolgere anche i professionisti, che nel week end appena trascorso, ha raggiunto 1500 firme, un numero pari a quello degli appartenenti all’Ordine dei commercialisti della Brianza.

I medici e gli odontoiatri, anche se lavoratori dipendenti iscritti presso l’Inps, sono obbligati al versamento della contribuzione all’Enpam. fiscalfocus.it

Brutte notizie per i medici che confidavano in una rapida e completa soluzione del problema dell’incumulabilità tra emolumenti percepiti come vaccinatori per l’emergenza Covid e pensione di vecchiaia. Infatti, l’emendamento al cosiddetto decreto sostegni presentato dalla senatrice-medico Maria Rizzotti e fortemente caldeggiato dell’Enpam, con il quale si sopprimeva la norma contestata, è stato stralciato dai lavori assembleari e trasformato in un Ordine del Giorno, già accolto, che impegna il governo in tal senso (dottnet.it).

PROFESSIONI SCENARIO
Per le Fondazioni che intendono iscriversi al Runts, la modifica statutaria di adeguamento alle attività indicate dal Codice del terzo settore non costituisce cambiamento dello scopo fondativo e, pertanto, spetta al notaio la relativa verifica di conformità. Questo l’importante principio affermato dalla massima 8 del Consiglio notarile di Milano secondo cui la modifica statutaria, necessaria a conformare l’attività svolta dalle fondazioni già iscritte nel Registro persone giuridiche al Cts, non sconta il vaglio dell’autorità governativa, ma potrà essere esclusivamente soggetta al sindacato omologatorio del notaio rogante (Sole p.34).

L’intenzione era quella di approvare oggi il decreto legge Reclutamento, quello cioè sulle assunzioni per realizzare il Recovery Plan ma le tensioni tra i ministeri hanno costretto il premier a ricorrere ad un’urgente cabina di regia. Sul Corriere (p.8), “Decreto assunzioni i ministri divisi, si muove Draghi”. Il decreto, messo a punto dal ministro della Pubblica amministrazione Brunetta, conterrà le procedure per il reclutamento accelerato delle professionalità necessarie alla realizzazione dei 300 progetti contenuti nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (circa 200 miliardi di euro fino al 2026).

“Stop all’agevolazione Sabatini”: su Italia Oggi (p.35),  il ministero dello sviluppo economico ha disposto la chiusura dello sportello per la presentazione delle domande di accesso ai contributi Sabatini per l’acquisto di impianti e macchinari dal 2 giugno 2021. Lo ha stabilito il decreto direttoriale del primo giugno 2021 che ha tuttavia precisato che le richieste di prenotazione del contributo, relative a domande presentate dalle imprese alle banche in data antecedente al 2 giugno, potranno comunque essere trasmesse al dicastero entro lunedì 7 giugno 2021.

Tracce differenti da commissione a commissione, quesiti non pertinenti, mancato rispetto delle linee guida ministeriali: questa la situazione con cui si stanno confrontando i praticanti avvocati che stanno svolgendo in questi giorni la prova di abilitazione orale (il recupero di quella del 2020) secondo quanto denunciato dalla consulta dei praticanti dell’Associazione italiana giovani avvocati (Italia  Oggi p.37).