Enpacl. Visparelli “Aumentati i redditi dei Consulenti del lavoro”

262

Il volume d’affari e il reddito medio dei Consulenti del Lavoro, a livello nazionale, sono aumentati del 10% rispetto al 2021. Le ultime dichiarazioni (relative all’anno 2021) hanno fatto registrare il tasso di crescita più alto nelle regioni del Sud: +18% per Calabria, Campania e Puglia; si sono assestate, invece, al 6-7% le regioni del Nord. Sono alcuni dei dati che il Presidente della Cassa dei Consulenti del Lavoro, Alessandro Visparelli, ha commentato durante l’intervista rilasciata al 35° Forum Lavoro/fiscale.

Visparelli ha espresso soddisfazione per i traguardi e i risultati raggiunti dalla categoria nel 2022 e per le azioni che la Cassa ha messo in campo, dal software che consentirà di far lavorare in rete i Consulenti del Lavoro, supportando quelli meno strutturati e attutendo così le differenze reddituali tra Nord e Sud d’Italia, ai nuovi corsi di formazione specialistica realizzati in collaborazione con la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro.

Tra i risultati positivi Visparelli ha anche sottolineato quelli raggiunti dai singoli iscritti. “Il 43% dei colleghi ha aumentato del 10% il proprio volume d’affari, un altro 43% lo ha mantenuto e solo il 14-15% ha avuto risultati peggiori rispetto all’anno precedente”.