Il Portale dei Biologi sarà online dal 20 febbraio  

233

Arriva un nuovo spazio digitale dove esercitare la professione e offrire un servizio di salute di prossimità ai cittadini

Si chiama Portale dei Biologi ed è la prima piattaforma di teleconsulto professionale, istituita dall’azione congiunta dell’Ente di Previdenza e Assistenza a favore dei Biologi e la Federazione Nazionale degli Ordini dei Biologi. Uno spazio digitale dove gli utenti possono trovare biologi professionisti e ricevere consulenze direttamente da casa, permettendo allo stesso tempo al biologo di esercitare la professione anche online.

Un progetto che nasce con questo duplice obiettivo e che sarà online dal 20 febbraio 2023 alle ore 12.00. Da quel momento, i biologi avranno a disposizione uno strumento interamente gratuito per creare un vero e proprio studio telematico dove promuovere ed esercitare la professione, garantendo la privacy per gli utenti che vi accederanno.

La piattaforma sarà ad esclusivo uso dei biologi professionisti iscritti agli ordini dei biologi territoriali afferenti alla Fnob e all’Enpab.

Il professionista potrà registrarsi, creare un profilo e personalizzarlo con tutte le informazioni sulla propria attività professionale. Mentre gli utenti potranno navigare il sito, scegliere la prestazione che più li interessa, con la garanzia di trovare esclusivamente professionisti abilitati nella piena tutela della privacy.

Il Portale dei Biologi è un importante strumento di sostegno al lavoro e promozione dell’attività professionale del biologo. In questa ottica si colloca l’azione congiunta di Enpab e Fnob per dar vita a questa piattaforma, dove gli utenti potranno individuare biologi professionisti nei diversi ambiti di competenza: nutrizione, ambiente, laboratorio, genetica, forense, microbiologia, cosmetica e tricologia, embriologia e seminologia, certificazione qualità e tanti altri.

Ma il Portale costituisce anche uno strumento fondamentale per seguire capillarmente sul territorio gli utenti nel percorso di tutela della loro salute, con l’obiettivo di andare in futuro a rappresentare un modello di salute di prossimità che diventi un punto di riferimento importante per i cittadini.

«La piattaforma – commenta la presidente Enpab Tiziana Stallone – rappresenta l’inizio di un nuovo modo di svolgere la professione in “telebiologia”. Le nostre prossime azioni sono rivolte allo sviluppo di strumenti digitali, device innovativi che si interfaccino alla piattaforma e consentano il potenziamento ulteriore del lavoro del biologo».

«La professione di biologo si sta evolvendo – spiega Pasquale Piscopo, commissario straordinario della Federazione Nazionale degli Ordini dei Biologi – La Fnob e l’Enpab vogliono essere uno strumento di supporto e incentivo a questo cambiamento. Il progresso tecnologico, oltre che scientifico, e i continui cambiamenti socioculturali del nostro Paese impongono una rivisitazione pratica del lavoro degli iscritti. La piattaforma di teleconsulto avrà l’obiettivo di rendere l’operato dei biologi più agevole e immediato, rispettando al contempo le regole deontologiche che sempre devono guidare l’operato degli iscritti».