Libere professioni. L’Action Plan diventa operativo

68

“Entro un mese partirà il gruppo di lavoro sulle libere professioni al quale sia l’Adepp sia Eurelpro parteciperanno rappresentando le problematiche già accettate dalla Commissione Europea in sede di consultazione sull’Action Plan” così il presidente dell’Associazione degli enti di Previdenza privatizzati dopo l’incontro avvenuto oggi con il Commissario europeo, Antonio Tajani.

 “ Un incontro molto positivo che ha messo al centro le sfide economiche che interessano oggi i professionisti schiacciati dalla grave crisi che sta attraversando l’Europa e il nostro Paese. Un colloquio non solo politico ma teso a definire una road map di iniziative – sottolinea il presidente dell’Adepp – Spetterà al gruppo di lavoro analizzare le barriere relative alla mobilità, con particolare riferimento ai diversi regimi fiscali, le politiche utili per l’accesso al credito, al sostegno all’internazionalizzazione e all’innovazione tecnologica di un settore dell’economia fondamentale per la competitività e la crescita del nostro Paese”.

 “Il vice presidente Tajani – conclude Camporese – ha dato la sua disponibilità ad organizzare in primavera un evento a livello europeo per mettere a confronto le diverse realtà, per individuare proposte operative in linea con le priorità tracciate dall’Action Plan e quindi programmi e progetti di finanziamento per rafforzare e rilanciare le libere professioni”.

 L’Adepp e il vice presidente della Commissione Europea, Antonio Tajani, hanno concordato sulla necessità che le proposte che emergeranno dal gruppo di lavoro diano vita alla Carta Europea delle Libere Professioni.

  

Roma, 31 gennaio 2013