La teoria dei nudge a sostegno delle politiche previdenziali. Il “Caso” Enpap

2

Il Presidente Felice Torricelli ha illustrato, oggi, durante il convegno organizzato da AdEPP per la presentazione dell’VIII Report sugli Enti di previdenza privati e il 1° Libro bianco del welfare, il “Caso Enpap”, ossia la teoria dei nudge a sostegno delle politiche previdenziali (in allegato le slide).

La teoria dei nudge sostiene che modificazioni nei contesti di scelta possono influenzare i processi di decisione con un’efficacia comparabile o superiore alle istruzioni dirette, alle norme o all’adempimento forzato. 

L’Ente Nazionale di Previdenza e di Assistenza per gli Psicologi ha lanciato un nuovo sistema di scelta dell’aliquota di contribuzione che i propri iscritti effettuano ogni anno a Settembre in occasione della dichiarazione reddituale. Nel 2018 l’Ente ha introdotto per la prima volta i “NUDGE”, con il preciso intento di favorire scelte previdenziali virtuose senza imporre un obbligo. Con tale tecnica, teorizzata da Richard Thaler, Premio Nobel per l’Economia 2017, e basata sulla Psicologia delle decisioni,  si dà una “spinta gentile” aiutando la scelta delle persone senza imposizioni.