La teoria dei nudge a sostegno delle politiche previdenziali. Il “Caso” Enpap

64

Il Presidente Felice Torricelli ha illustrato, oggi, durante il convegno organizzato da AdEPP per la presentazione dell’VIII Report sugli Enti di previdenza privati e il 1° Libro bianco del welfare, il “Caso Enpap”, ossia la teoria dei nudge a sostegno delle politiche previdenziali (in allegato le slide).

La teoria dei nudge sostiene che modificazioni nei contesti di scelta possono influenzare i processi di decisione con un’efficacia comparabile o superiore alle istruzioni dirette, alle norme o all’adempimento forzato. 

L’Ente Nazionale di Previdenza e di Assistenza per gli Psicologi ha lanciato un nuovo sistema di scelta dell’aliquota di contribuzione che i propri iscritti effettuano ogni anno a Settembre in occasione della dichiarazione reddituale. Nel 2018 l’Ente ha introdotto per la prima volta i “NUDGE”, con il preciso intento di favorire scelte previdenziali virtuose senza imporre un obbligo. Con tale tecnica, teorizzata da Richard Thaler, Premio Nobel per l’Economia 2017, e basata sulla Psicologia delle decisioni,  si dà una “spinta gentile” aiutando la scelta delle persone senza imposizioni.