Ocse, preoccupazione per aumento disoccupazione

543

In allegato l’Employment Outlook dell’OCSE, la valutazione annuale dei principali sviluppi del mercato del lavoro
e le prospettive nei Paesi membri che non tralascia alcuni aspetti specifici di come funzionano i mercati del lavoro e le implicazioni per la politica. Capitoli speciali di quest’anno riguardano tre temi: le recenti riforme di tutela dell’occupazione, le politiche di attivazione e  la legislazione sugli immigrati.

Nel mese di aprile 2013, 8% della forza lavoro dell’OCSE era disoccupato in rappresentanza di oltre 48 milioni di persone, quasi
16 milioni in più rispetto al 2007. Mentre ci sono stati alcuni segnali incoraggianti di  crescita dell’occupazione negli Stati Uniti, nella zona euro si registra un ulteriore aumento del tasso di disoccupazione a un nuovo record del 12,1% nel Aprile 2013. Secondo le più recenti proiezioni economiche dell’OCSE (maggio 2013), la disoccupazione nell’area OCSE è improbabile che scenda sotto il livello attuale fino a buona parte al 2014.