Ministri finanze Ue “Sostenere famiglie e imprese”

795
Dichiarazione dei Ministri delle Finanze dell’UE sul proseguimento dell’erogazione dei prestiti bancari e sul mantenimento di un settore assicurativi ben funzionante nella fase della pandemia da Covid-19.
Al termine dell’incontro in videoconferenza del 16 aprile i ministri delle finanze dell’UE hanno rilasciato una dichiarazione comune sulla necessità di mantenere i livelli di liquidità di famiglia e imprese con il sostegno delle banche.
“È fondamentale che le banche continuino a finanziare famiglie e imprese, comprese le PMI che incontrano difficoltà temporanee a causa della pandemia di COVID-19”, a tal fine è di vitale importanza dell’economia dell’UE sfruttare pienamente la flessibilità del quadro prudenziale e contabile, garantendo i finanziamenti utili a coprire il fabbisogno finanziario.
I Ministri hanno apprezzato le recenti dichiarazioni della Commissione europea, della Banca centrale europea, del Comitato di risoluzione unico dell’Unione bancaria, dell’Authority Bancaria europea e dell’ESMA sull’applicazione dei requisiti regolamentari e contabili per gli istituti finanziari nell’eccezionalità del momento.
Essi hanno chiesto a tutte le autorità di adottare un approccio ambizioso e coordinato nel momento in cui si specificherà come utilizzare al meglio la flessibilità disponibile, affinché le varie iniziative annunciate da Stati membri e Istituti finanziari siano effettivamente prese in considerazione senza squilibri tra gli Stati membri.
Tenuto conto delle raccomandazioni delle autorità di vigilanza, i Ministri delle finanze hanno raccomandato a tutte le istituzioni bancarie che non hanno già deciso di farlo di astenersi dal fare distribuzioni in questo periodo e di utilizzare il capitale liberato e gli utili disponibili per aumentare il credito o rispondere agli altri bisogni urgenti di finanziamento dei propri clienti colpiti dalla crisi al fine di contribuire a preservare l’attività economica.
Inoltre, è stato chiesto al settore bancario di sostenere le famiglie e le imprese colpite dall’epidemia COVID-19, con l’obiettivo di garantire la continuità aziendale.
I Ministri hanno accolto con favore le recenti dichiarazioni e raccomandazioni dell’EIOPA (autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali) relative all’identificazione di una serie di strumenti che consentono flessibilità per le imprese di assicurazione nell’ambito dell’attuale quadro Solvency II. Hanno pertanto esortato le compagnie di assicurazione a dar seguito alle dichiarazioni dell’EIOPA e ad adottare misure tempestive e globali per preservare la loro posizione patrimoniale, inclusa la sospensione temporanea di tutte le distribuzioni discrezionali, e di continuare ad agire nel migliore interesse dei consumatori.
I Ministri hanno assicurato di proseguire nel loro impegno costante di verifica della situazione, al fine di consentire un miglior coordinamento delle misure europee e nazionali e di prendere eventuali ulteriori misure, anche legislative, volte a mitigare l’impatto di COVID-19.